rotate-mobile
Nelle stazioni e lungo i binari

Nel 2021 quasi un arresto al giorno lungo le linee ferroviarie lombarde

Il bilancio dell'attività della Polizia ferroviaria tra indagati, sequestri di droga, ma anche ritrovamenti di persone scomparse

E' stato un anno intenso, quello appena trascorso, quello degli agenti della Polizia ferroviaria impegnati sulle linee lombarde, compresa la Tirano-Milano. Nel 2021 proprio gli agenti hanno eseguito 275 arresti e hanno indagato 2.316 soggetti.

Vari episodi si sono verificati anche sulla già citata linea Tirano-Milano, come ad esempio quello dello scorso mese d'agosto  che ha portato alla denuncia di sei giovani, o quello di aprile quando un convoglio appena rinnovato era stato pesantemente danneggiato.

In tutto, in Lombardia, sono stati 1.006.169 i soggetti controllati, numero quasi raddoppiato rispetto a quanto accaduto nel 2020.

Armi e droga

Numerosi sono stati anche i sequestri: 33 armi, di cui quattro da fuoco e 29 da taglio e droga, con 864 grammi di cocaina 6,5 chili di eroina e 4,5 chili di hashish. Pattugliamenti e sequestri sono stati resi possibili dalla presenza di oltre 30 mila pattuglie nelle stazioni di tutta la regione e oltre 11 mila sui treni, con un totale di 25.296 convogli presidiati. Inoltre, sono stati predisposti 2.100 servizi anti borseggio sia sui treni sia nelle stazioni.

Controlli straordinari

Nel 2021 sono state organizzate anche 34 giornate dedicate ai controlli straordinari: 12 denominate "Stazioni sicure", finalizzate al contrasto delle attività illecite più ricorrenti in ambito ferroviario; 11 "Rail safe day", per prevenire comportamenti impropri o anomali che spesso casuano investimenti; e 14 tra "Oro Rosso" ed "Action week" che puntavano a contrastare i furti di rame e il trasporto di merci pericolose. 

Sempre per quanto riguarda i controlli è proseguita anche la cooperazione con le forze di polizia europea con le quattro giornate "Rail action day" volte al contrasto della criminalità internazionale e la prevenzione di possibili azioni terroristiche ed eversive.

Il rame

I 307 controlli ai centri di raccolta e recupero metalli, uniti ai 198 pattugliamenti delle linee ferroviarie e i 61 veicoli controllati su strada, hanno portato gli agenti della polizia ferroviaria a denunciare tre soggetti e a elevare 11 sanzioni amministrative per il mancato rispetto delle norme ambientali. Azioni, queste ultime, legate ai furti di rame che spesso causano ritardi alla circolazione ferroviaria.

Per quanto riguarda il trasporto di merci pericolose, invece, 19 le irregolarità riscontrate in 24 verifiche su 221 vagoni ferroviari.

Sfide pericolose

Importante anche l'azione di sensibilizzazione e prevenzione verso i più giovani che spesso si lasciano coinvolgere in sfide e "giochi" pericolosi che possono portare anche a conseguenze tragiche. In collaborazione con il Miur e nell'ambito del progetto "Train..to be cool" nel 2021 sono stati organizzati 98 incontri che hanno coinvolto 3859 studenti.

Tutto questo senza contare le 103 persone scomparse ritrovate proprio dagli agenti della polizia ferroviaria e i numerosi interventi che hanno permesso di salvare viaggiatori che hanno messo a repentaglio la loro incolumità con comportamenti irresponsabili, che hanno accusato malori o anche aspiranti suicidi. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nel 2021 quasi un arresto al giorno lungo le linee ferroviarie lombarde

SondrioToday è in caricamento