rotate-mobile
Le agitazioni sindacali

In arrivo un mese di scioperi in Lombardia

Tre le agitazioni dei lavoratori proclamate tra sabato e la fine di questo mese di gennaio

Tra il 30 e 31 gennaio prossimi andrà in scena uno sciopero dei lavoratori Trenord indetto dalle Rsu 1A e 1B, le stesse rappresentanze sindacali che tra maggio e dicembre 2021 hanno già dichiarato cinque agitazioni.

Lo sciopero, stando a quanto riportato dal sito dedicato del ministero delle infrastrutture e dei trasporti, coinvolgerà tutto il personale viaggiante (macchinisti, capitreno e controllori) e durerà 23 ore. L'inizio è fissato per le ore 3 del 30 gennaio, cioè della notte tra il sabato e la domenica, e la fine alle 2 della notte successiva. Proprio perché l'agitazione cade di domenica, come già successo in passato, non dovrebbero essere previste fasce orarie di garanzia durante le quali la circolazione dei convogli è garantita: un dettaglio che potrebbe mandare nel caos la circolazione dei treni regionali. 

Le ragioni dell'agitazione

A rendere tesi i rapporti tra le Rsu e la società che gestisce il trasporto ferroviario regionale è la scelta da parte di Trenord di utilizzare un sistema informatico di programmazione e gestione dei turni, che, a dire dei lavoratori, invierebbe modifiche ai dipendenti il giorno prima del loro impiego e spesso fuori dall'orario lavorativo.

Gli altri scioperi 

Quello del 30 e 31 gennaio, però, sarà soltanto l'ultimo di tre scioperi che caratterizzeranno il settore dei trasporti in questo mese di gennaio. Già sabato (8 gennaio), infatti, a fermarsi, dalle 9.01 alle 16.59, saranno i dipendenti di Trenitalia che lamentano soprattutto ripartizioni dei turni con consistenze degli equipaggi falsate che non corrispondono alla realtà, ed evidenti mancanze di organico, che non combaciano affatto con quanto emerge dalle slides di Trenitalia, e che portano a turni di lavoro estenuanti.

A Milano, invece, venerdì 14 gennaio invece sarà la volta dei dipendenti di Atm, con metro, bus e tram che rischiano di rimanere "paralizzati" per quattro ore. L'agitazione è stata indetta a livello nazionale da Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Faisa Cisal e Ugl Autoferrotranvieri e interesserà proprio i dipendenti della società di Foro Bonaparte.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In arrivo un mese di scioperi in Lombardia

SondrioToday è in caricamento