rotate-mobile
Il nuovo servizio / Val Masino

Val Masino, il Comune aderisce al sistema per la raccolta di apparecchiature elettriche ed elettroniche

La novità ha una duplice valenza e si inserisce nell'obiettivo di rendere proprio il Comune sempre più ecosostenibile

L'impegno per trasformare Val Masino in un comune ecosostenibile, iniziato quattro anni fa, subito dopo l'insediamento dell'amministrazione comunale guidata dal sindaco Simone Songini, si è concretizzato nelle scorse settimane con un'altra importante innovazione: l'adesione al sistema Raee per la raccolta di apparecchiature elettriche ed elettroniche a fine vita, considerate rifiuti, che vengono ritirate per essere trattate presso impianti specializzati.

Il beneficio è duplice: dal punto di vista ambientale e sotto l'aspetto economico. Lo smaltimento risulta più comodo per il cittadino, più ordinato e a costo zero per il Comune. In provincia di Sondrio sono soltanto 12 i centri di raccolta autorizzati, tra cui quello di Val Masino, presso l'area ecologica  situata poco prima dell'ingresso a Cataeggio, inaugurata nell'ottobre del 2020. 

Come smaltire

Il Centro di Coordinamento Raee ha fornito il Comune di cinque cassoni, uno per ciascuna delle categorie previste: frigoriferi, condizionatori e congelatori per la prima; lavatrici, lavastoviglie, cappe e forni per la seconda; televisori e monitor per la terza; computer, telefoni, apparecchi di illuminazione per la quarta; lampadine, led e neon per la quinta. Per il Comune, e dunque per i cittadini, non è previsto nessun costo: i cassoni vengono svuotati con regolarità e i rifiuti trasportati per lo smaltimento dai Sistemi collettivi a loro spese. 

"Prima - spiega il consigliere Emanuele Songini - dovevamo sostenere i costi relativi al trasporto e allo smaltimento di questi rifiuti che venivano conferiti tutti nello stesso cassone. Il miglioramento del servizio è evidente, e non soltanto dal punto di vista economico".

Per Val Masino è un'altra tappa importante che segue l'introduzione del servizio di raccolta porta a porta di plastica e carta e l'adozione della app Junker per informare e sensibilizzare i cittadini, entrambe del 2018, e la realizzazione dell'area ecologica, un anno fa. Di facile e comodo accesso, consente sia ai residenti che ai proprietari delle seconde case di depositare i loro rifiuti senza attendere il giorno del ritiro, evitando di lasciare per giorni i sacchi all'esterno delle abitazioni. All'interno vi sono dei cassoni per le diverse tipologie di rifiuti, mentre all'esterno sono state posizionate le eco isole automatizzate pronte a ricevere plastica e carta.

Servizi ben organizzati e resi efficienti anche grazie alla collaborazione dei cittadini. "Come Amministrazione comunale siamo impegnati nel trovare soluzioni per migliorare la raccolta e avere un paese pulito e ordinato, - continua il consigliere Songini - e la collaborazione dei cittadini è fondamentale. Per questo motivo già tre anni fa abbiamo introdotto la app Junker che fornisce informazioni e aiuta a chiarire i dubbi sulla raccolta differenziata".

Anche grazie a queste felici intuizioni, Val Masino ha potuto mantenere invariata la Tari, senza nessun aumento per i cittadini.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Val Masino, il Comune aderisce al sistema per la raccolta di apparecchiature elettriche ed elettroniche

SondrioToday è in caricamento