rotate-mobile
Venerdì, 27 Maggio 2022
Intervento di razionalizzazione

Rete elettrica: due nuove linee interrate tra Livigno e Premadio

Saranno lunghe circa 20 chilometri, si svilupperanno parallelamente l'una all'altra e garantiranno più sicurezza e resilienza alla rete locale

Nell'ambito del piano industriale di Terna che prevede fino al 2025 in Lombardia un incremento degli investimenti pari al 20% con un impegno di circa 630 milioni di euro per lo sviluppo e la resilienza della rete elettrica regionale in funzione della transizione energetica, l'azienda ha previsto una serie di interventi di cui uno in provincia di Sondrio.

Si tratta di un nuovo collegamento interrato tra Livigno e Premadio che prevede la realizzazione di due linee interrate parallele, lunghe ciascuna 20 km. L’intervento garantirà maggiore sicurezza e resilienza alla rete locale.

Gli altri interventi di Terna in Lombardia, invece, riguardano:

  • La riqualificazione a 380 kV dell’esistente elettrodotto a 220 kV Cassano - Chiari che ha il fine di incrementare l’efficienza e la sicurezza della rete elettrica lombarda. L’opera sarà realizzata in sinergia con il collegamento autostradale Brescia – Bergamo – Milano (BRE-BE-MI) e percorrerà per circa il 60% il tracciato esistente.
  • La razionalizzazione della rete elettrica nella Valle Sabbia che ha l’obiettivo di eliminare le attuali limitazioni di esercizio della rete elettrica esistente grazie a interventi di ottimizzazione ed efficientamento degli asset presenti nell’area.
  • Interventi sulla rete elettrica della città di Milano finalizzati ad aumentare l’efficienza del servizio di trasmissione dell’energia attraverso nuovi collegamenti in cavo interrato.
  • Il completamento delle attività, attualmente in corso, legate al riassetto della rete elettrica che serve la città di Magenta con benefici in termini di affidabilità, l’efficienza e flessibilità del servizio di trasmissione dell’area. Complessivamente saranno demoliti e sostituiti da cavo interrato 5,7 chilometri di elettrodotti aerei e circa 26 sostegni elettrici. L’intervento consentirà di liberare 20 ettari di territorio nel comune di Magenta.

Gli interventi consentiranno la demolizione di circa 118 Km di linee aeree esistenti e la realizzazione di 124 Km di cavi interrati. Saranno impegnati 150 imprese e oltre 650 tra operai e tecnici in attività di cantiere e lavorazioni in fabbrica; a questi si aggiungeranno oltre 70 fra professionisti e studi tecnici.

Dell’investimento complessivo, 276 milioni di euro saranno destinati a interventi per ammodernamento e resilienza degli asset esistenti.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rete elettrica: due nuove linee interrate tra Livigno e Premadio

SondrioToday è in caricamento