rotate-mobile
Sabato, 20 Aprile 2024
Il documento

Meno burocrazia e più didattica: la petizione della Cisl scuola

I componenti dell'organizzazione sindacale hanno raccolte le istanze del personale dei vari istituti della provincia nelle scorse settimane, redigendo poi un documento di sintesi

La segreteria della Cisl scuola di Sondrio, in questa fase di presentazione delle liste rsu, attraverso il confronto con i lavoratori, personale docente e ata,  ha potuto evidenziare, nelle diverse realtà scolastiche delle provincia, alcune criticità e, quindi,  ha deciso di fare sintesi delle diverse istanze presentando un documento che vuole essere una petizione, un appello utile a livello locale per riqualificare il lavoro e l'offerta formativa e, a livello contrattuale, per intervenire sulla ridefinizione dei carichi di lavoro del personale chiamato a svolgere, nelle migliori condizioni possibili, le mansioni lavorative per un servizio di qualità agli studenti e alle loro famiglie.

Il testo

La petizione messa a punto della segreteria della Cisl scuola di Sondrio recita: "Gli incontri con i docenti e il personale scolastico avvenuti in queste settimane e finalizzati alla presentazione delle liste per le elezioni Rsu del prossimo mese di aprile, sono stati una preziosa occasione di confronto sulle condizioni lavorative del personale docente e ATA. La riorganizzazione del tempo, degli spazi e delle modalità lavorative derivanti dallo stato di emergenza causato dalla pandemia chiede di ripensare, anche contrattualmente, gli impegni di lavoro e delle attività connesse alla didattica. L’impegno nella didattica a distanza, la cura per garantire accessibilità a spazi sicuri e l’attenzione alle relazioni hanno testimoniato la passione per il proprio lavoro quotidiano di tutto il personale della scuola (insegnanti, personale di segreteria, tecnici e collaboratori scolastici). Mettere al centro alunni e studenti è stata e continua ad essere la priorità della nostra azione per organizzare spazi educativi e formativi, adeguati alle diverse età e per realizzare, insieme, una scuola per tutti a misura di ognuno".

"Troppo spesso, però, le forze e le attenzioni che si vorrebbero dedicare proprio agli studenti vengono limitate dalle incombenze burocratiche con cui tutto il personale, in rapporto al ruolo e alle funzioni da svolgere, si trovano a fare i conti. - prosegue il documento - Pratiche che rendono più difficile e, per certi versi pesante, l’impegno lavorativo e talvolta compromettono quel clima di collaborazione e corresponsabilità che caratterizza l’ambiente scolastico. È una situazione piuttosto diffusa che le diverse figure professionale che interagiscono nella scuola cercano di fare emergere convinte che un minor carico burocratico può liberare tempo da dedicare alla didattica, alla organizzazione e predisposizione di laboratori oltre che a momenti di formazione rivolti all’intera comunità educante".

"La segreteria provinciale della Cisl scuola di Sondrio ha deciso di farsi carico delle istanze dei lavoratori della scuola e di proporre questa sintesi come petizione da diffondere e da sottoscrivere - questo l'obiettivo dell'organizzazione sindacale - affinché gli appelli del personale di Valtellina e Valchiavenna possano, a livello locale, riqualificare il lavoro e l’offerta scolastica e, a livello contrattuale, per intervenire sulla ridefinizione dei carichi di lavoro del personale chiamato a svolgere, con serenità e nelle migliori condizioni possibili, le mansioni lavorative giornaliere per un servizio sempre di maggior qualità alle famiglie e agli studenti". 

Come sottoscrivere la petizione

Per firmare il documento, attraverso la piattaforma Change.org, è possibile accedere al seguente link https://chng.it/4Ysq78xP.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Meno burocrazia e più didattica: la petizione della Cisl scuola

SondrioToday è in caricamento