rotate-mobile
Lunedì, 3 Ottobre 2022
Il concorso / Traona

Sono di Ardenno e Traona i migliori vini non etichettati della Bassa Valle

Si sono svolte nella giornata di oggi le premiazioni di "Vininfesta alla Costiera dei Cech"

I migliori vini non etichettati della Bassa Valtellina, nelle due categorie, sono stati prodotti da Giacomo Savetta di Ardenno, Rosso di Valtellina Doc, e da Matteo De Pedrazzi, di Traona, Terrazze Retiche Igt: la cerimonia di premiazione è stata il momento clou della 18esima edizione di "Vininfesta alla costiera dei Cech", che si è svolta oggi a Traona.

Organizzata dalla Comunità Montana Valtellina di Morbegno con i Comuni della sponda retica e la Fondazione Fojanini, la manifestazione è tornata alla sua formula tradizionale, dopo che nel 2020 e nel 2021 era stata limitata al solo concorso, con una premiazione in forma ristretta, nel rispetto delle misure di sicurezza per il contenimento della pandemia. Il Polifunzionale di Traona ha accolto oltre 150 persone che sin dalla mattina hanno seguito le relazioni dei tecnici della Fondazione Fojanini Ivano Fojanini e Martino Salvetti, che hanno fornito importanti indicazioni sulla coltivazione e la raccolta delle uve, e la cerimonia di premiazione, fermandosi per il pranzo conviviale a cura della Pro Loco di Traona, aperto a familiari e amici, e per il pomeriggio musicale. L'annata climatica del tutto straordinaria, calda, siccitosa e ventosa, ha trasformato Vininfesta da appuntamento che anticipa la vendemmia a vera e propria vigilia, considerato che da domani molti dei viticoltori presenti saranno in vigna a raccogliere uve insolitamente già mature quando l'estate non è ancora finita.

Primo Doc-2

Primo Igt-2

Prima della premiazione, introdotti dalla responsabile del Servizio agricoltura dell'ente comprensoriale Giulia Rapella, sono intervenuti i rappresentanti istituzionali presenti a Vininfesta. L'assessore regionale alla Montagna, Enti locali e Piccoli comuni Massimo Sertori ha annunciato l'arrivo di nuovi contributi regionali per la manutenzione dei terrazzamenti: altri milioni di euro si aggiungeranno presto ai cinque già stanziati lo scorso anno grazie ai quali sono stati realizzati interventi per 10 milioni di euro che hanno consentito di sistemare e mettere in sicurezza i muretti. Il sindaco di Traona e consigliere provinciale Maurizio Papini ha evidenziato l'importanza di valorizzare le produzioni dei viticoltori hobbisti, mentre il presidente Emanuele Nonini e l'assessore all'Agricoltura della Comunità Montana Walter Magrin si sono soffermati sul ruolo di manutentori del territorio svolto dai viticoltori che contribuiscono alla valorizzazione del paesaggio. 

È toccato infine alla presidente della Fondazione Fojanini Sonia Mancini illustrare la qualità dei vini che hanno partecipato al concorso: i 36 Igt e i sette Doc sono stati analizzati in laboratorio e degustati da una commissione che ha espresso un giudizio di gradevolezza. Il ringraziamento va a tutti i viticoltori perché, al di là della classifica, è emersa una buona qualità media. Due i premiati per la categoria del Rosso Valtellina Doc, oltre al vincitore Giacomo Savetta, il secondo classificato Aldo Folini, entrambi di Ardenno. Per la denominazione Terrazze Retiche Igt sono stati consegnati sei riconoscimenti: dietro a Matteo De Pedrazzi, si sono piazzati i fratelli Enzo e Giampietro Manna, secondi, Antonio Bonini, terzo, Bruno Giumelli, quarto, Dante e Davide Contessa, quinti, e Angelo Broglio, sesto. Tutti i vini sono stati prodotti a Traona, con l'eccezione dei quinti classificati, i Contessa, padre e figlio, che coltivano un vigneto situato a Mello.

Premiati Igt-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sono di Ardenno e Traona i migliori vini non etichettati della Bassa Valle

SondrioToday è in caricamento