rotate-mobile
Martedì, 7 Febbraio 2023
Grande festa / Tirano

Tirano saluterà in piazza l'arrivo del nuovo anno

Appuntamento il 31 dicembre a partire dalle 23 in Piazza Cavour. Previste iniziative anche per il 5 gennaio per festeggiare con i bambini la Befana

Dopo le sospensioni per la pandemia, si riprende l’appuntamento tradizionale a Tirano con il Capodanno in Piazza che per festeggiare collettivamente l’arrivo del nuovo anno.

Per la fine dell'anno 2022, il Comune di Tirano ha approntato un evento unico accompagnato da un grande gioco di luci con uno spettacolare Laser Show. Il 31 dicembre in Piazza Cavour dalle ore 23.00 la musica di un Dj accoglierà residenti e turisti in attesa dello spettacolo luminoso che coinvolgerà tutta la piazza. Alle 23.30 avrà inizio il vero e proprio Laser Show, uno spettacolo di luce coinvolgente che trasformerà Piazza Cavour in un luogo senza tempo nell'attesa del nuovo anno. Dopo il brindisi collettivo, lo show si ripeterà dopo la mezzanotte fino alle 0.30. Immancabile protagonista della festa la musica che dalla mezzanotte sarà guidata da un ottimo animatore DJ.

La Befana

Giovedì 5 gennaio sarà invece dedicato al pubblico di bambine e bambini che in piazza Basilica dalle ore 20 si troveranno, dopo le scorribande pomeridiane per il Gabinat, a incontrare la Befana accompagnata dalle sue sorelle che animeranno la piazza con uno spettacolo colorato, itinerante e musicale con la distribuzione dei tanto attesi dolci da parte della Befana e delle sue aiutanti. Sarà un evento di allegria per bambini e famiglie realizzato in collaborazione con le associazioni di Tirano.

“Dopo due inverni costretti dalla pandemia, finalmente torniamo alla normalità e possiamo festeggiare liberamente in piazza, ritrovando il piacere di stare insieme - afferma l’assessora alla cultura e turismo e vicesindaca Sonia Bombardieri -. Credo che proprio in questo periodo complicato che stiamo vivendo, la festa collettiva serva a tutti noi per ritrovare la gioia della comunità per noi e per i tanti turisti che già hanno prenotato la loro permanenza a Tirano durante le Feste”.

Appuntamento il 5 gennaio con la Befana in piazza della Basilica

Le polemiche

In merito alle recenti polemiche sulle luminarie a Tirano, l’assessora prosegue con questa nota: “Non mi piace rispondere alimentando polemiche, tanto più se faziose, ma diversi cittadini e cittadine mi hanno chiesto con insistenza di spiegare meglio le ragioni della nostra scelta. Quindi devo a loro, prima che alla minoranza, questa risposta. Conosciamo tutti la crisi energetica che stiamo vivendo pagando bollette molto salate e riducendo i grandi di calore in casa. Come i cittadini, anche i Comuni. La nostra scelta per le luminarie è stata quella di optare per la sobrietà, anche per rispetto di chi ha difficoltà ad affrontare i costi energetici di questo periodo. Con sobrietà, ma senza trascurare il decoro della città con le luminarie a basso consumo di cui il Comune dispone. Il videomapping, o meglio le proiezioni, purtroppo - e ci piacerebbe - non hanno il costo di qualche centinaio di euro, ma di un paio di decine di migliaia di euro, oltre al consumo energetico che per i Kilowatt richiesti per tutto il periodo nei tre punti di proiezione ammontano a qualche migliaia di euro. Il videomapping sarebbe persino più costoso”.

“Un risparmio che ci ha permesso di aumentare in modo significativo i contributi alle famiglie per il bonus calore - ha concluso l’assessora Bombardieri -. L'obiezione che gli eventi "ormai da anni scarseggiano e non solo durante le feste" trova risposta nei calendari di Tirano sempre pieni di proposte sia d'estate che d'inverno, eventi ai quali partecipano residenti, turisti ma anche sempre più valtellinesi. Nel corso del 2022 sono state realizzate direttamente dal Comune o in collaborazione oltre 30 iniziative con quasi 70 appuntamenti. Solo a inizio dicembre abbiamo ospitato a Tirano diverse persone arrivate da tutta Italia per seguire l'attività dell'artista giapponese Komagata. Viene da pensare che più che di miopia dell'amministrazione si tratti di presbiopia della minoranza che fatica a vedere i tanti manifesti e flyer che vengono distribuiti”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tirano saluterà in piazza l'arrivo del nuovo anno

SondrioToday è in caricamento