Giovedì, 21 Ottobre 2021
Eventi Albosaggia

Torna Scargaámuut, una giornata di festa per celebrare e onorare l’uomo e il suo lavoro sulle terre

Le chicche non mancheranno, a cominciare dal formaggio a marchio Scargaàmuut, avvolto nello spinacio selvatico raccolto proprio fra Caiolo ed Albosaggia

Con la fine dell’estate, mentre pastori e bestiame scendono a valle dopo la stagione in alpeggio, la splendida conca verde fra Albosaggia e Caiolo torna ad animarsi in vista di “Scargaámuut”, giornata di festa nata tre anni fa per celebrare e onorare l’uomo e il suo lavoro sulle terre. L’evento, che rappresenta il clou di un progetto stabile messo a punto per  valorizzare il mondo agricolo, è in calendario per domenica 3 ottobre quando si rinnoverà la sfilata degli animali - vacche, capre, pecore, cavalli e asini - accompagnati dai gruppi in costume tipico, le formazioni musicali, le carrozze ed altro ancora.

Il programma è ampio e abbraccerà l’intera giornata con la possibilità, fra le altre cose, di pranzare sul posto in piena sicurezza, grazie allo sforzo corale messo in campo da amministrazioni, enti, associazioni e volontari.

Per l’edizione 2021 - dopo lo stop forzato dello scorso anno - la rosa dei partner è cresciuta ancora; in prima fila i comuni di Albosaggia e Caiolo, Fondazione Albosaggia, Associazione Culturale di Caiolo, Coldiretti, Ara Lombardia e associazioni del territorio; ancora più incisive le collaborazioni con la Cooperativa Agricola Albosaggia - Caiolo - Faedo e con il Parco delle Orobie Valtellinesi che che in questa cornice ha scelto di svolgere il proprio incontro a tema “L’alpeggiatore, custode di biodiversità” in programma il giorno prima dell’evento, sabato 2 ottobre alle 9,30 presso la sala conferenze del parco.

Una vera e propria anteprima alla quale seguirà, domenica alle 9.00, presso l’anfiteatro all’aperto creato per l’occasione nella vasta area allestita per l’evento, il primo convegno di Scargaámuut sul tema della ruralità dal titolo “Il gallo Maurice vuole continuare a cantare”; al tavolo - moderato da sindaco di Albosaggia, Graziano Murada - siederanno ben due europarlamentari, il lecchese Piero Fiocchi e Sergio Berlato, Presidente dell’Associazione cultura rurale, insieme a Michele Dalla Piccola, ex assessore ad agricoltura e turismo della provincia di Trento, oggi consigliere di minoranza del PAT (Partito per l’Autonomia Trento e Tirolo).

La tavola rotonda, a cui è possibile partecipare su invito e con prenotazione fino ad esaurimento posti (info@fondazionealbosaggia.it), costituirà di fatto l’apertura dell’avvenimento che culminerà con il pranzo aperto al pubblico alle  12.30 e la sfilata in programma alle 14.30.

Tante le novità per l'edizione 2021

Le chicche non mancheranno, a cominciare dal formaggio a marchio Scargaàmuut, avvolto nello spinacio selvatico raccolto proprio fra Caiolo ed Albosaggia: 200 forme da un chilo l’una appositamente prodotte in collaborazione con la Stalla Gusmeroli Fumasoni.

Fra le altre novitá, la tazza celebrativa in omaggio per tutti coloro che vorranno gustare le bevande calde preparate dallo staff e la camicia griffata Scargaámuut prenotabile fin d’ora anche presso Fondazione Albosaggia e Cooperativa Agricola.

Il menu del convivio, organizzato nell’area dotata di tensostrutture installate dalla sezione provinciale dell’ANA (Associazione Nazionale Alpini), riserverà al pubblico qualcosa di diverso dal solito pur mantendendo fede alla vocazione del territorio e ai contenuti della giornata: hamburger e salame in crosta di polenta, panino gourmet con prodotti locali e primo piatto caldo rigorosamente top secret seguito da un dolce in tema autunnale. In sintesi, una tavola all’insegna della semplicitá a firma dello chef Fabrizio Camer che dopo il box di Natale ha regalato alla sua terra e a questo progetto un altro sigillo di prestigio.

Il pranzo, con prenotazione obbligatoria, sará anche questa volta plastic free e si svolgerá nel pieno rispetto delle vigenti norme anti contagio: per prenotare é sufficiente utilizzare il QR code riportato sulla locandina, diffusa anche via web o social, oppure contattare la Fondazione Albosaggia (info@fondazionealbosaggia.it  tel. 392 9289046).

Ricca e variegata la partecipazione alla sfilata che ospiterá, oltre ai pastori con i loro animali, anche gruppi popolari e musicali.

Sullo sfondo il PFP provinciale e l’Istituto Agrario di Sondrio con studenti e insegnanti impegnati in tutte le iniziative previste grazie alla stretta sinergia fra realtá scolastica e comitato organizzatore; stretta collaborazione anche con il servizio veterinario dell’Ats della Montagna a cui é affidata la supervisione per la parte di competenza.

Fra le opportunitá da non perdere, la “Mostra delle porte parlanti”, frutto di uno specifico censimento e di sopralluoghi mirati presso baite, fienili e baitelli del latte e della successiva messa a disposizione da parte dei privati; l’installazione, completa di schede descrittive, metterá in luce un patrimonio spesso dimenticato eppure di grande valore per la storia e la cultura rurale alpina.

Ancora: le gare di mungitura e di sfalcio, le dimostrazioni di lavorazione del formaggio, i giri a cavallo e in carrozza per i più piccoli, i giochi a metà fra sport e tradizione organizzati dalla Polisportiva Albosaggia, la mostra dei campanacci e l’intaglio del legno con la motosega, le occasioni golose a base di squisitezze del territorio per spuntini e merende; proprio in quest’ambito preziosa e articolata la presenza di Coldiretti che rinnoverà l’allestimento del “villaggio giallo” dei contadini con i prodotti locali.

Scargaámuut, dunque, promette di celebrare nuovamente l’orgoglio e la perseveranza, le soddisfazioni e i sacrifici di un lavoro che si tramanda da generazioni, richiamando l’attenzione sulle iniziative che le amministrazioni locali portano avanti a sostegno di questa preziosa realtá economica e culturale ma anche sui bisogni ancora senza risposta che affliggono il settore.

Non a caso, per l’edizione 2021, il comitato organizzatore ha scelto di dare alla manifestazione anche un “respiro europeo”, guardando così a nuovi obiettivi proprio con l’obiettivo di difendere e valorizzare il comparto.

Infine lo spot video dell’appuntamento: testimonial è Michele Boscacci, campione del mondo di scialpinismo e fresco del record sul Bernina, a cui è affidato l’invito a partecipare.

La montagna richiede fatica, ma le gioie e i traguardi che sa regalare sono sempre più grandi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torna Scargaámuut, una giornata di festa per celebrare e onorare l’uomo e il suo lavoro sulle terre

SondrioToday è in caricamento