Scaramouche: in scena il progetto del teatro La Maschera

Andrà in scena mercoledì 3 maggio sul palco del Teatro Sociale di Sondrio (con due matinée dedicate alle scuole 8.30 e 11.00 e uno spettacolo serale alle 20.30 aperto a tutti con offerta) il progetto del Teatro La maschera dal titolo ‘Scaramouche’. Organizzato dal Centro di Promozione del Teatro Pedagogico, dall’Associazione Culturale Spartiacque, da Alpi in scena e dal Comune di Sondrio è un’iniziativa nata per offrire al pubblico più giovane un’occasione per conoscere il teatro e la maschera, quale simbolo di quest’arte.

“Da anni lavoriamo per offrire ai ragazzi diverse occasioni culturali - commenta Loredana Porra, Assessore alle Politiche giovanili del Comune di Sondrio - e in particolare la collaborazione con Alpi in scena, iniziata tre anni fa, ha permesso di strutturare e programmare questo tipo di offerta: per cui grazie a tutti coloro che quotidianamente lavorano e si impegnano in questo ambito”.

“Un progetto richiesto e organizzato dagli stessi ragazzi, i quali non si limiteranno a essere i fruitori del progetto, ma anche i promotori portando i loro coetanei a teatro. Ciascuno di loro, infatti, ha invitato due persone: ‘Scaramouche’ è un’occasione formativa e un bellissimo esempio di protagonismo” continua Marina Cotelli, Assessore alla Cultura del Comune di Sondrio. 

“L’evento è stato sovvenzionato all’interno della convenzione eventi per i giovani tra Alpi in Scena e Comune di Sondrio. Un’iniziativa eccezionale per il numero di ragazzi coinvolti (oltre mille) che porta avanti l’attività dell’Associazione per la promozione dell’educazione alla cultura e in questo caso alla teatralità” commenta Alessandra Di Clemente, Direttore Alpi in scena. ‘Scaramouche’ si presenta, dunque, come un progetto dai forti contenuti: grazie alla sua capacità di aver coinvolto gli stessi ragazzi in ogni fase del progetto, per l’onore di ospitare per la prima volta a Sondrio Carlo Boso, secondo ‘Arlecchino’ mondiale insieme a Soleri, e, infine, per la sua valenza formativa. Quella del 3, infatti, sarà una lezione-spettacolo sulla maschera (dal teatro greco alla commedia dell’arte): Carlo Boso, attraverso un percorso sul canovaccio e sui meccanismi scenici della commedia, sull'improvvisazione, sul lavoro attoriale permetterà al pubblico di venire a contatto con antiche e basilari tecniche teatrali, offrendo la sua conoscenza, in quanto portavoce autorevole della Commedia dell'Arte nel mondo. L'esperienza e lo spessore di Boso insieme alla verve ed alla professionalità dei giovani attori di Versailles (Prisma Teatro Company), offriranno una performance interessante, gradevole e di grande efficacia didattica e formativa grazie alla quale gli studenti avranno la possibilità di vedere tutto quello che hanno studiato o che studieranno sull'argomento.

“Da sempre la formazione teatrale dei giovani è parte degli obiettivi dell’Associazione Culturale Spartiacque - continua Mira Andriolo, Associazione Culturale Spartiacque - per questo siamo molto felici di essere riusciti a portare i ragazzi in Sicilia, occasione in cui hanno conosciuto Carlo Boso e, affascinati dalla sua professionalità, hanno richiesto la sua presenza a Sondrio. Quello del 3 maggio è un progetto di formazione dedicato agli alunni della scuola Secondaria di Secondo Grado: una vera e propria lezione-spettacolo in cui Carlo Boso spiegherà il ruolo della maschera nel teatro”.

“La promozione del teatro pedagogico non passa solo attraverso i laboratori, ma anche nella diffusione di una vitalità culturale. La lezione-spettacolo sulla maschera di Boso e Prisma Teatro ci ricondurrà alle radici del Teatro. In linea con le finalità della Rete di scuole, quest'evento è un momento formativo di grande spessore. E quando i momenti formativi sono anche gradevoli e divertenti, la cosa si fa più interessante. E’ significativa la sintonia che si èregistrata tra la Rete (Centro di Promozione del Teatro Pedagogico della Provincia di Sondrio), Spartiacque, Alpi in Scena e il Comune di Sondrio. Quando nascono collaborazioni al fine di promuovere la cultura nel territorio, vuol dire che esistono tante volontà che vanno nella stessa direzione” conclude Vittorio Lo Verso, Responsabile Centro di Promozione del Teatro Pedagogico. I

NFO SCARAMOUCHE scritto e diretto da Carlo Boso
Teatro Sociale di Sondrio
03 maggio 2018:
ore 08.30 e 11.00: due matinée per le scuole
ore 20.30: spettacolo aperto a tutti con offerta libera per sostenere il progetto.

Mancano pochi posti: chi desidera partecipare può scrivere a info@alpiinscena.it  

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • 6° edizione di TANANAI, rassegna di teatro per famiglie del Comune di Tirano: partenza online e gratuita

    • Gratis
    • dal 17 gennaio al 27 aprile 2021
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    SondrioToday è in caricamento