rotate-mobile
Giovani e futuro

I ragazzi di periferia e le loro storie: ecco il docufilm "Sic Est"

La proiezione avverrà al cinema Excelsior il 29 aprile alla presenza dei giovani protagonisti e degli operatori dell'associazione "Maestri di strada onlus"

Nell’ambito della co-progettazione tra Comune di Sondrio e Sol.Co. Sondrio “La Piastra qualità della vita nel verde” , l’attenzione sui giovani e la periferia è prioritaria. Tra le attività socioculturali si è così ritenuto importante organizzare la proiezione del film documentaristico "Sic Est" (2021) prodotto dall’associazione Maestri di Strada onlus programmato per il 29 Aprile alle 21 al cinema Excelsior di Sondrio.

Il documentario

Alcuni ragazzi dei quartieri della periferia est di Napoli si raccontano e mostrano ciò che vorrebbero gridare al mondo: che la periferia è più uno stato d'animo che una vera zona geograficamente limitata, è più negli occhi di chi li guarda che nei loro occhi. Sono giovani che sognano e desiderano opportunità per realizzarsi, che vogliono crescere e serenamente stare al mondo, per magari cambiarlo. Il parallelismo con Sondrio può sembrare azzardato, ma vuole proprio fare riflettere sull’immagine del quartiere La Piastra che grazie alle iniziative, alla riqualificazione e ad un nuovo sguardo sta cambiando.

"Il docu-film - ha raccontato Filomena Carrillo, psicologa e responsabile delle attività formative dell'associazione "Maestri di strada onlus" è stato girato subito dopo il lockdown ed è stato un modo per provare a creare una narrazione dopo che le parole e le relazioni erano mancate a causa della pandemia. Il titolo "Sic Est" riprende la locuzione latina e ricalca il "chest'è" [Questo è] del dialetto napoletano. Abbiamo voluto raccontare così com'è la realtà di 13 ragazzi di periferia che sono cresciuti con noi e che avevano difficoltà a raccontarsi. Spesso i territori non si possono modificare fisicamente, ma può cambiare la prospettiva e dunque la periferia si può raccontare diversamente: dove c'è degrado ci possono anche essere possibilità".

"Il documentario - ha proseguito Filomena Carrillo - è diviso in "capitoli": il territorio, la scuola, l'arte e l'educazione, le "tarantelle", cioè le difficoltà e "l'assurdo che è nel mondo", cioè la difficoltà di immaginare il proprio futuro. I capitoli sono intervallati dalle performance in cui tutti i ragazzi si sono cimentati per immettere bellezza nel territorio. La visione del documentario è una visione autentica e non tutte le storie raccontate sono a lieto fine".

Tra l'altro i ragazzi venerdì prossimo saranno presenti a Sondrio al Cinema Excelsior per la proiezione del docu-film (non è necessaria prenotazione e l'ingresso è a offerta libera) accompagnati dalla stessa Filomena Carrillo e da Cesare Moreno, maestro di strada e marito della valtellinese Carla Melazzini a cui nel 2017 è stato intitolato l'asilo di via Toti a Sondrio.

Riflessione importante

"Per noi si tratta di un'iniziativa importante. - ha spiegato Lucia Coradi, coordinatrice del progetto La Nuova Piastra per Sol.co. Sondrio - per proseguire nel coinvolgimento dei ragazzi con cui abbiamo lavorato tanto in questi mesi. Dopo "Futura", la proiezione di "Sic-Est" è un modo per continuare a riflettere su come rimotivare i giovani a mettersi in gioco. Questa iniziativa, tra l'altro è nata in accordo con Informagiovani di montagna".

"Ho conosciuto l'associazione "Maestri di strada onlus" - ha fatto eco Federica Greco, referente per la partecipazione giovanile del progetto La Nuova Piastra per la cooperativa Grandangolo - nel 2019 per un tirocinio formativo universitario. L'associazione nasce per prevenire la dispersione scolastica, ma si pone anche l'obiettivo di costruire una comunità educante per contribuire alla crescita dei ragazzi che vivono nella periferia est di Napoli. Si svolgono attività a scuola, ma anche laboratori, iniziative e attività fuori e si lavora molto sulla percezione che i giovani hanno di sé nonostante le difficoltà legate al territorio. Per noi si tratta di un aggancio eccezionale per il lavoro che, a nostra volta, stiamo cercando di fare qui con i giovani".

La proiezione del documentario al cinema Excelsior sarà preceduta, nel pomeriggio del 29 aprile, da un laboratorio a numero chiuso per insegnanti e operatori. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I ragazzi di periferia e le loro storie: ecco il docufilm "Sic Est"

SondrioToday è in caricamento