Cultura

Al via la decima edizione della campagna "Volontari per la cultura"

Il programma dà la possibilità ai cittadini della provincia di Sondrio di aiutare ed essere protagonisti nei musei e nelle biblioteche di Valtellina e Valchiavenna

Al via la decima edizione di “Volontari per la Cultura: torniamo a incontrarci, in sicurezza": il programma che apre biblioteche e musei di Valtellina e Valchiavenna alla partecipazione dei cittadini riprende slancio e propone un nuovo modo di stare insieme, con le misure per il contenimento del contagio e con nuove modalità.

Come candidarsi

Gli interessati potranno candidarsi sul sito www.volontariperlacultura.it. “Volontari per la Cultura”, il programma che accoglie i volontari nelle biblioteche e nei musei della provincia di Sondrio, è nato nel 2012 per rispondere a un bisogno di fare volontariato al di fuori delle forme associative tradizionali e che ha coinvolto persone di età diverse, creando un legame più saldo tra le biblioteche, i musei e le loro comunità. Con due edizioni svolte durante la crisi pandemica, il programma ha subito un duro colpo, ma nella maggior parte dei musei e delle biblioteche non si è fermato.

Molti volontari hanno svolto online attività come gruppi di lettura, aiuto compiti, letture ad alta voce, corsi e incontri; e con il miglioramento della situazione hanno anche potuto tornare a incontrarsi di persona, organizzando spesso attività all’aperto complice la bella stagione.

La nuova edizione

L’edizione che si inaugura è speciale per tanti motivi. A 10 anni dalla sua nascita, il programma vuole riprendere slancio e si propone di superare le difficoltà del momento. Si presenta con un ventaglio di proposte complessivamente più ricco rispetto allo scorso anno, senza dimenticare le nuove possibilità che sono state apprese da questa esperienza, un nuovo modo di fare cultura, in una certa misura anche congeniale alle caratteristiche del nostro territorio tanto bello quanto disperso: in tanti casi rimane infatti la possibilità di collaborare in parte a distanza o completamente online, anche se quest’anno ritornano finalmente le attività in presenza, naturalmente nel rispetto delle misure di sicurezza.

“E’ importante che Volontari per la Cultura prosegua il suo percorso trovando nuove formule e adattandosi alle circostanze perché dopo l’emergenza che abbiamo affrontato è ancora più necessaria la partecipazione dei cittadini alla vita culturale delle nostre comunità. Per questo sono particolarmente soddisfatto che i musei e le biblioteche abbiano rinnovato la loro adesione” - ha affermato il Presidente della Provincia di Sondrio, Elio Moretti.

Con Volontari per la Cultura le persone hanno la possibilità di condividere i propri interessi, partecipando attivamente alla vita di biblioteche e musei e mettendo in moto un nuovo modo di vivere due aspetti fondamentali della crescita individuale: la socialità e la cultura.

Una formula che non si sostituisce in alcun modo al ruolo del personale: la figure professionali rimangono indispensabili per le biblioteche e i musei, anche per accogliere e accompagnare i volontari nella loro esperienza. Come sempre, le biblioteche e i musei sono pronti ad accogliere le proposte e le idee dei cittadini, ma si presentano anche con tante attività già organizzate: doposcuola, letture a bambini e ragazzi, organizzazione di eventi, incontri e corsi, consegna di libri a domicilio, alfabetizzazione informatica, gruppi di lettura, visite culturali, laboratori creativi e didattici per bambini, raccolta di testimonianze e tradizioni, ricerca ed esposizione di reperti, foto e video, aiuto nella promozione di attività e servizi, aiuto in biblioteca per il riordino degli scaffali e altre semplici attività di gestione.

Tutte le proposte sono presentate sul sito www.volontariperlacultura.it nelle pagine dedicate a ciascuna biblioteca e a ciascun museo o nella sezione “Le attività”. 

Chi aderisce

Per partecipare in qualità di volontario basta compilare il form sul sito www.volontariperlacultura.it oppure contattare al elefono o via email la biblioteca o il museo a cui si è interessati.

Partecipano all'edizione 2021/2022: il MUS! Museo di Livigno e Trepalle, il Museo Vallivo Valfurva, il Museo civico di Bormio, il Museo dei Sanatori di Sondalo, il MVSA Museo Valtellinese di Storia e Arte di Sondrio e il Museo civico di Storia naturale di Morbegno. 

Per quanto riguarda lele biblioteche, invece, hanno aderito quelle di Albosaggia, Ardenno, Berbenno di Valtellina, Bormio, Caspoggio, Chiavenna, Chiesa in Valmalenco, Chiuro, Delebio, Dubino, Fusine, Lanzada, Livigno, Montagna in Valtellina, Morbegno, Piantedo, Piateda, Ponte in Valtellina, Sondalo, Sondrio, Talamona, Tirano, Valdidentro, Valdisotto e Valfurva.

Aderiscono al progetto anche i Comuni di Albosaggia, Ardenno, Berbenno di Valtellina, Bormio, Chiuro, Delebio, Dubino, Fusine, Montagna in Valtellina, Morbegno, Livigno, Morbegno, Piantedo, Piateda, Ponte in Valtellina, Sondalo, Sondrio, Talamona, Tirano, Valdidentro, Valdisotto, Valfurva, la Comunità Montana della Valchiavenna, l’Unione dei Comuni Lombarda della Valmalenco e l’Azienda Socio Sanitaria Territoriale della Valtellina e dell’Alto Lario. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al via la decima edizione della campagna "Volontari per la cultura"

SondrioToday è in caricamento