rotate-mobile
Grande festa

Ecco come la provincia di Sondrio ha accolto l'arrivo del 2023

Sono tornate le feste di piazza, non sono mancate le fiaccolate sulle piste da sci e in cielo hanno brillato centinaia di fuochi d'artificio

Dopo tre anni in cui non è stato possibile organizzarle a causa delle restrizioni legate alla pandemia, sono tornate le feste di piazza per celebrare il Capodanno. Sono state in particolare due le località in cui centinaia di persone si sono riversate nel centro storico per accogliere l'arrivo del 2023, Sondrio e Tirano.

A Sondrio in piazza Garibaldi, la notte di San Silvestro è trascorsa a ritmo di musica con lo spettacolo "Tormentoni" che ha inondato il "salotto buono" del capoluogo delle note dei più grandi successi degli ultimi 30 anni, accompagnati, sul palco allestito per l'occasione, dalle coreografie di alcune ballerine. E, allo scoccare della mezzanotte, gli immancabili brindisi e scambi di auguri, mentre il cielo veniva illuminato dagli immancabili fuochi d'artificio.

Stesso scenario a Tirano, ma nella città abduana nell'iniziativa promossa dall'amministrazione comunale, la serata è stata animata da un suggestivo spettacolo con luci laser.

In montagna

E, a proposito di scenari suggestivi, in praticamente tutte le località di montagna della provincia (da Livigno a Bormio, da Aprica a Madesimo) nella serata del 31 dicembre l'arrivo del nuovo anno è stato accompagnato dalle fiaccolate organizzate dalle locali scuole sci, con le discese dalle piste dei maestri, prima di festeggiare e brindare nei ristoranti e locali che, nella notte di San Silvestro hanno fatto registrare il pienone. 

La fiaccolata sulle piste di Livigno - Foto Facebook-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ecco come la provincia di Sondrio ha accolto l'arrivo del 2023

SondrioToday è in caricamento