Eventi

Sondrio, al Sociale in autunno tornano teatro, musica sinfonica ed opera lirica

Presentato il calendario degli eventi: si parte il 18 settembre con l'opera lirica "Madama Butterfly". Biglietti in vendita dal 30 agosto, 289 i posti disponibili in sala per rispettare le norme anti-covid

Con l'arrivo dell'autunno Sondrio ritrova il suo teatro: il Sociale riaprirà con un programma che unisce drammaturgia, opera e musica sinfonica, recuperando le date rinviate a causa dell'emergenza sanitaria e aggiungendo alcune novità. Sette appuntamenti in tutto, da settembre a dicembre. "È un'emozione annunciare la riapertura del Teatro Sociale con "Madama Butterfly" - ha detto l'assessore alla Cultura, Educazione e Istruzione Marcella Fratta stamattina durante la presentazione -: ci auguriamo che abbia il gradimento che merita. Ci atterremo alle disposizioni in materia di sicurezza e speriamo che il pubblico si avvicini con fiducia per ritrovare la socialità: come Amministrazione comunale ci siamo molto impegnati, seppure in una situazione ancora incerta, per recuperare gli spettacoli programmati e creare nuove occasioni di incontro, con la speranza di riuscire a realizzare il progetto dell'abbonamento a partire da gennaio, se la situazione lo consentirà".

Programma

I primi due appuntamenti sono quelli programmati l'anno scorso e annullati a causa dell'emergenza sanitaria, entrambi vedranno la direzione musicale del sondriese Giovanni Mazza: il 18 settembre, alle ore 20, la messa in scena dell'opera lirica "Madama Butterfly" con l'Orchestra Sinfonica delle Terre Verdiane e il Coro dell'Opera di Parma; il 10 ottobre, alle ore 20.45, il concerto sinfonico della Savaria Symphony Orchestra, "Hommage aux Ballets Russes", un omaggio alla grande tradizione dei balletti russi.

Doppio appuntamento, il 19 e 20 ottobre, alle ore 20.45, per "Chiedimi se sono di turno", di e con Giacomo Poretti, per la regia di Andrea Chiodi. Un monologo che attinge all'esperienza personale dell'attore come infermiere. Il 18 novembre, alle ore 20.45, salirà sul palco del Teatro Sociale Massimo Popolizio, attore di rara bravura, che proporrà la sua personale rilettura di "Furore", uno dei più grandi romanzi della letteratura americana.

Il 25 novembre, per la Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne verrà recuperato "Barbablù", uno spettacolo di teatro civile sui drammi che si consumano tra le mura di casa, con ingresso gratuito, che sarà proposto la sera e il mattino per le scuole. Due spettacoli sono in calendario per il mese di dicembre: il 14, alle ore 20.45, "Regalo di Natale", di Pupi Avati, nell'adattamento teatrale di Sergio Pierattini, e, il 19, "Una chirnice per Natale", una fiaba per bambini a cura della Compagnia teatrale Gente assurda.

"Mi sembra un ottimo punto di partenza - ha commentato il direttore artistico Andrea Ragosta dopo aver presentato uno ad uno gli spettacoli -: tornare a teatro vuol dire rimettersi dentro la vita vera, recuperare l'interazione di cui abbiamo sentito la mancanza. Da un anno  e mezzo sto cercando di programmare una vera stagione teatrale: questo è l'inizio con tre spettacoli di prosa di alto livello, la musica e l'appuntamento per i bambini".

Al Teatro Sociale si potrà accedere rispettando le misure di sicurezza ed esibendo il green pass. I biglietti saranno in vendita a partire dal 30 agosto online sul sito internet www.visitasondrio.it e nei punti vendita VivaTicket a Sondrio, Morbegno e Tirano. Chi è in possesso dei voucher rilasciati a seguito della cancellazione degli spettacoli potrà utilizzarli. I posti in sala sono 289.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sondrio, al Sociale in autunno tornano teatro, musica sinfonica ed opera lirica

SondrioToday è in caricamento