menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Parco delle Orobie: con "Bioblitz Lombardia da casa mia" un nuovo modo di esplorare

Si può essere esploratori anche a casa propria, l'importante è avere fantasia e mantenere lo spirito di avventura garantito da una passeggiata nel bosco o in riva a un torrente: questa attitudine anima l'edizione 2020 di Bioblitz

Si può essere esploratori anche a casa propria, l'importante è avere fantasia e mantenere lo spirito di avventura garantito da una passeggiata nel bosco o in riva a un torrente: questa attitudine anima l'edizione 2020 di Bioblitz, l'iniziativa di educazione naturalistica e scientifica delle aree protette della Lombardia promossa per sabato 16 e domenica 17 maggio da Regione Lombardia e Area Parchi in collaborazione con le Aree protette lombarde, tra cui il Parco delle Orobie Valtellinesi. Un nome soltanto ritoccato e una modalità casalinga, "Bioblitz Lombardia da casa mia", per un evento che diventa virtuale, da vivere sul terrazzo o nel giardino della propria abitazione. Un esperimento, con la speranza di non doverlo ripetere e di ritrovarsi a settembre di nuovo esploratori sul campo. Gli organizzatori mettono a disposizione una piattaforma sulla quale sarà possibile caricare fotografie e registrazioni audio effettuate durante questa settimana, fino a domenica 17 maggio, ma anche nelle settimane del lockdown, a partire dall'8 marzo, senza arrecare disturbo alle specie immortalate. La scelta è ampia, soprattutto per chi abita in una valle montana: si possono indagare uccelli, piccoli mammiferi, farfalle, ragni, insetti e anfibi per la fauna, erbe o fiori spontanei, funghi, licheni e alberi per la flora. Un team di esperti naturalisti, fra botanici, entomologi e ornitologi, seguirà i caricamenti per l'intero weekend, aiutando adulti e bambini nella classificazione delle loro osservazioni.

Partecipare è semplice: basterà iscriversi gratuitamente alla piattaforma sulla pagina internet inaturalist.org o mediante la app INaturalist per smartphone per unirsi al progetto, caricando la propria osservazione o registrazione georeferenziata. Una proposta alternativa per vivere la natura che ci circonda in maniera diversa, ma altrettanto intensa, imparando ad osservarla e ad analizzarla, cogliendone aspetti sconosciuti, con la speranza di poter tornare nelle aree protette per l'appuntamento del 12 e 13 settembre. Sul sito internet www.parcorobievalt.com si possono trovare ulteriori dettagli sull'iniziativa, le informazioni per partecipare e un video.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Chiuro in lutto, il covid si è preso don Attilio Bianchi

Attualità

Bambini, apre a Sondrio il negozio di giocattoli "Città del sole"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SondrioToday è in caricamento