rotate-mobile
Domenica, 25 Settembre 2022
Tre giorni di eventi / Albaredo per San Marco

Albaredo per San Marco, torna la Festa patronale

La tre giorni è iniziata ieri e si concluderà domani con la tradizionale processione dedicata a San Rocco

Torna la tradizionale Festa Patronale di San Rocco, una tradizione il cui ricordo si perde nella “notte dei tempi” e a cui gli abitanti e gli emigrati di Albaredo per San Marco tengono in particolar modo: una commemorazione che dura tre giorni dal 14 al 16 Agosto, con un programma ricco di iniziative per tutti.

Oggi Albaredo ospiterà l’orchestra spettacolo di Francesca Mazzuccato e si cenerà in Piazza S.Marco con la collaborazione dei ristoratori locali che proporranno i prodotti tipici valtellinesi; domani, 16 agosto, invece, la celebrazione della Santa Messa e la tradizionale processione concluderanno la festa dedicata a San Rocco, patrono del Paese.

Il falò

La tre giorni di festa ha preso il via già ieri con giochi e tradizionale pentolaccia per i bambini, per poi proseguire con la premiazione del concorso “Artisti in Piazza”. Dopo due anni, inoltre, è tornato il Falò della Vegia Gòsa che, come da tradizione, è stato acceso a fine serata nella Piazza S.Marco; la Vegia Gòsa è il personaggio mitologico con le sembianze tra l’umano e l’animale spirito antico della Valle del Bitto di Albaredo e delle tradizioni legate alle montagne che la circondano.

Bruciare la Végia Gòsa non vuol significare tuttavia distacco o allontanamento di o da qualcosa, ma un po' come faceva l'homo orobicus un gesto propiziatorio. Dal 1999 vi è uno stupendo dipinto murale nei pressi delle Scuole, sulla via che porta alle Case di Sopra, a raffigurare questo mitico personaggio delle nostre Alpi, che insieme all' homo selvadego, costituisce una rappresentazione della storia fantastica delle credenze popolari alpine.

Turisti e visitatori possono, infine, visitare con le luci della sera il Salót di barilocc e il centro storico con la mostra “Agricoltura eroica nella Valle del Bitto di Albaredo” per provare le emozioni di un tempo vissuto e ciò che può ancora rappresentare un autentico borgo alpino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Albaredo per San Marco, torna la Festa patronale

SondrioToday è in caricamento