rotate-mobile
Economia

BPS, alla First Cisl piace il nuovo piano industriale

La soddisfazione dei sindacalisti: "Rispetto ad altre aziende, non si prevedono tagli dei costi, tagli di personale, chiusure di filiali ma anzi si mira all’innovazione digitale e al potenziamento professionale"

C'è soddisfazione nei rappresentanti First della Cisl valtellinese per il piano industriale della Banca Popolare di Sondrio presentato nella giornata di mercoledì 29 giugno. "Il nostro è un positivo giudizio per un piano ambizioso ma che non vuole stravolgere il tradizionale modo di fare banca. Una banca che pare mantenere la sua tradizionale sobrietà, pur orientata all’utile ed alla remunerazione del capitale sociale e che prosegue in continuità con la sua storia e i suoi valori: la vicinanza ai territori e ai clienti, puntando sui propri dipendenti, il capitale umano di grande valore costruito negli anni".

"Un piano industriale che, rispetto a quelli presentati da altre aziende, non contiene tagli dei costi, non propone tagli di personale, non prevede chiusura di filiali ma anzi ne rafforza l’importanza, mirando all’innovazione digitale e al potenziamento professionale. Saremo attenti affinché le modalità di implementazione valorizzino i dipendenti, ed auspicando che le nuove assunzioni siano effettuate il prima possibile, rimaniamo ampiamente disponibili al confronto negoziale", hanno commentato i rappresentanti della First Cisl Banca Popolare di Sondrio.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

BPS, alla First Cisl piace il nuovo piano industriale

SondrioToday è in caricamento