rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Avvio promettente

"Insieme per la Popolare": in un mese già 300 nuovi associati

Ad un mese esatto dalla sua costituzione il direttivo dell’associazione di piccoli azionisti della Bps fa il punto della situazione

A un mese esatto dalla sua costituzione il direttivo dell’associazione di piccoli azionisti “Insieme per la Popolare” fa il punto della situazione. Presenti in conferenza stampa il presidente Matteo Lorenzo De Campo e i consiglieri Francesco Grimaldi, Lorenzo Riva (presidente di Confindustria Lecco e Sondrio) in collegamento da Lecco, Gianmichele Sassella (vice direttore Coldiretti Sondrio) e Roberto Galli.  

Ottima adesione

Ad oggi, in poco meno di 30 giorni, sono circa 300 gli azionisti, per qualche milione di azioni, che hanno deciso di associarsi in modo del tutto spontaneo. Un inizio molto promettente, quindi, per la neonata associazione il cui scopo, ha ribadito oggi in conferenza stampa il presidente De Campo, "è quello di portare la voce e l’interesse di tutti i possibili stakeholder in assemblea”. Un appuntamento, quello della prima assemblea della Banca Popolare di Sondrio dopo la sua trasformazione in Spa, fissato per il 30 aprile alle ore 10.00, in una modalità atipica a causa della pandemia. 

Un'opportunità

“Insieme per la Popolare - ha spiegato De Campo - vuole essere un’opportunità per tutte le comunità dei territori dove è storicamente presente e attiva la BPS. Un’opportunità, quindi, per gli stessi dipendenti dello storico istituto, per le aziende e per tutti i cittadini, che abbiano la qualifica di piccoli azionisti, perché la banca possa - come è sempre stato - continuare a far bene il proprio lavoro facendo prosperare l’economia locale”. 

A ribadire l’importanza di questa iniziativa sono le stesse associazioni di categoria. “Un’occasione unica per le nostre imprese e il nostro territorio - ha sottolineato Lorenzo Riva, presidente di Confindustria Lecco e Sondrio. Abbiamo aderito all’associazione proprio perché le nostre aziende possano avere voce e possano sentirsi rappresentante”. Dello stesso avviso anche il vicedirettore di Coldiretti Sondrio, Gianmichele Sassella: “Non possiamo permetterci di disperdere un patrimonio tanto importante, maturato in 150 anni di storia. Anzi, l’obiettivo è proprio quello di condividerlo con la governance che verrà”. 

I prossimi passaggi

A spiegare quali saranno i prossimi passaggi in vista dell'assemblea del 30 aprile è stato il consigliere Francesco Grimaldi: “Perché l’associazione cresca è necessario per prima cosa aderire. La procedura è molto semplice e guidata, ed è possibile farlo direttamente dal sito insiemeperlapopolare.it. Ricordo che sia entrare che uscire dall’associazione è gratuito e molto semplice. Il secondo step è quello di compilare il mandato di delega perché, attraverso l’associazione, si possa essere rappresentanti in assemblea. Abbiamo posto la massima attenzione e cura perché ogni singolo passaggio avvenga nel più stretto rispetto della privacy. Tutto è fatto per semplificare al massimo le procedure e permettere a ciascun azionista di esprimere, tramite l’associazione, il proprio voto, affinché anche gli interessi dei piccoli vengano rappresentati”. 

Nel corso delle prossime settimane “Insieme per la Popolare” darà il via a una campagna informativa per dare puntuale aggiornamento rispetto all’andamento dei lavori. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Insieme per la Popolare": in un mese già 300 nuovi associati

SondrioToday è in caricamento