rotate-mobile
Martedì, 4 Ottobre 2022
Economia

È partito bene il 2022 di Credit Agricole Italia: +15% nel primo trimestre

Per il Gruppo Bancario Crédit Agricole Italia al 31 marzo 2022 utile netto consolidato di 126 milioni (+51% a/a)

Sono stati resi noti oggi i risultati al 31 marzo 2022 del Gruppo Bancario Crédit Agricole Italia. Dati positivi  un contesto macroeconomico di particolare complessità ed incertezza per l’evolversi degli eventi geopolitici sfociati nel conflitto russo-ucraino. Il Gruppo Crédit Agricole in Italia ha registrato nel primo trimestre 2022 un risultato netto aggregato di 265 milioni di euro, al netto delle poste straordinarie derivanti in particolare dall'operazione di acquisizione di Creval, di cui 201 milioni di pertinenza del Gruppo Crédit Agricole. L’attività commerciale continua a essere dinamica, con un Totale dei Finanziamenti all’economia pari a 92 miliardi di euro e una Raccolta Totale1 che sale a 329 miliardi di euro.

Il Crédit Agricole è presente in Italia, suo secondo mercato domestico, con circa 17.300 collaboratori e circa 5,2 milioni di clienti grazie ad un Gruppo composto, oltre che dal Gruppo Bancario Crédit Agricole Italia, anche dal Corporate e Investment Banking (CACIB), e dalle società di Servizi Finanziari Specializzati (Agos, FCA Bank), Leasing e Factoring (Crédit Agricole Leasing e Crédit Agricole Eurofactor), Asset Management e Asset Services (Amundi, CACEIS), Assicurazioni (Crédit Agricole Vita, Crédit Agricole Assicurazioni, Crédit Agricole Creditor Insurance) e Wealth Management (CA Indosuez Wealth Management in Italia e CA Indosuez Fiduciaria).

Crédit Agricole Italia (Gruppo Bancario)

Anche Crédit Agricole Italia (il Gruppo Bancario) ha presentato i risultati relativi ai primi tre mesi del 2022, confermando la capacità di generare utili in continuità con gli esercizi precedenti, grazie a un modello di business equilibrato e diversificato. L’utile netto consolidato si attesta a 126 milioni, in crescita del +51% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

In crescita la base clienti con oltre 50 mila nuove acquisizioni (+5% a/a), grazie sia all’apporto della rete commerciale sia al contributo del canale digitale. Crédit Agricole Italia si conferma tra i leader nel panorama delle banche universali italiane per Indice di Raccomandazione del Cliente. In deciso sviluppo i volumi intermediati di credito al consumo (+54% a/a), con il segno più anche i premi assicurativi danni (+9% a/a).

Positiva evoluzione delle masse, con un trend crescente degli impieghi clientela (+1% vs dic-21 al netto dei titoli a costo ammortizzato e dei rapporti con altre società di Crédit Agricole in Italia) con comparto agri- agro in aumento del +6%, e positivo andamento del risparmio gestito (+1% vs dic-21 al netto dell’effetto mercato) nonostante la difficile situazione dei mercati legata alla crisi in Ucraina.

Completata con successo a fine aprile la fusione di Creval in Crédit Agricole Italia, che sancisce la piena conclusione del processo di integrazione commerciale e informatica nel Gruppo e che prevede l’attivazione di strutture specialistiche (Private, Affari e Consulenti Finanziari) ed un nuovo assetto territoriale. Il passaggio al nuovo modello di distribuzione Crédit Agricole ha già prodotto i primi risultati positivi sui principali segmenti dell’offerta alla clientela, che può beneficiare pienamente dell’intera gamma dei servizi del Gruppo.

Crédit Agricole Italia ha proseguito nel 2022 con l’implementazione di nuovi servizi digitali, in particolare all’interno dell’App Crédit Agricole Italia con le Notifiche Push, alert informativi fortemente richiesti dalla Clientela, per accompagnarli con l’operatività quotidiana, e la nuova modalità di apertura del conto online con Videoselfie, che consente un ingresso nel Gruppo più veloce e smart. Ed è proprio l’attenzione del Gruppo per il digitale che ha permesso di generare un contributo rilevante in termini di nuovi clienti e prodotti venduti: il contributo dei nuovi conti correnti aperti online ha raggiunto il 35% delle aperture complessive, in crescita al 30% anche la quota dei mutui generati online.

Le Village

La decisa spinta verso le tematiche di innovazione ha trovato inoltre riscontro nel successo del sistema dei Village. Le Village By CA Milano ospita oggi 60 startup, quasi il doppio rispetto alle 35 di marzo 2021. L’ecosistema dei partner si è arricchito di 4 nuove corporate partner nel primo trimestre 2022, arrivando così a 42 aziende che collaborano con Le Village di Milano per i loro progetti di innovazione.

Le Village by CA Parma continua il suo percorso di crescita con 43 startup ospitate, 21 Partner e 21 abilitatori. Nel primo trimestre 2022 Le Village Parma ha contribuito al lancio di “Call4Digital”, la prima call for startup su scala nazionale dedicata a Crédit Agricole Italia, che permetterà alle migliori startup di proporre e realizzare progetti concreti di open innovation con il Gruppo Crédit Agricole.

A meno di un anno dalla sua costituzione, Le Village by CA Triveneto con sede a Padova conta a fine marzo 17 aziende partner del territorio, 15 startup, 28 abilitatori e 25 Mentor. In corso la prima ufficiale call4startup che si è chiusa il 30 aprile con 27 startup attualmente applicate. Pieno successo anche per "Nowtilus – Sea Innovation Hub", il primo percorso ligure di incubazione per start-up dedicato al sostegno dell’innovazione e delle tecnologie legate all’economia del mare. Entro la fine del 2022 a Sondrio vedrà la luce anche "Le Village by Crèdit Agricole Valtellina".

Ricambio Generazionale

Nel corso dell’ultimo anno il Gruppo CA Italia ha realizzato un importante passo verso il ricambio generazionale. Nel primo trimestre 2022 sono state assunte circa 150 risorse, di cui l’85% neolaureati con background accademici diversificati, grazie alle numerose partnership con Università di eccellenza su tutto il territorio nazionale.

Prosegue anche il percorso formativo destinato ai dipendenti, mirato alla sensibilizzazione e al rafforzamento delle competenze in ambito Sostenibilità, con un importante impegno verso i diversi canali commerciali. Per quanto riguarda i temi di Diversity&Inclusion si è mantenuto forte il focus sull’inclusione di genere, per rafforzare uno stile di leadership distintivo per le donne, conoscendo e affrontando i bias legati al gender. Inoltre è stata avviata la sperimentazione dello Smart Working Commerciale sulla Direzione Regionale Piacenza – Lombardia Sud. La formazione ha visto il coinvolgimento di circa 600 collaboratori, con l’obiettivo di accrescere il valore aggiunto fornito al Cliente anche nella relazione a distanza e al tempo stesso proporre una più estesa flessibilità. Prosegue l’onboarding formativo dei colleghi Creval, che ha ormai coinvolto circa la totalità dell’organico.

Solidarietà 

Crédit Agricole in Italia ha promosso una raccolta fondi per sostenere la popolazione ucraina sulla piattaforma di crowdfunding CrowdforLife, a favore di Save The Children. Raccolta che si aggiunge allo stanziamento da parte del Gruppo di 10 milioni di euro, dedicati in maniera particolare a bambini e famiglie colpiti dall’emergenza umanitaria.

Sempre in collaborazione con Save the Children, è partita ufficialmente l’iniziativa “Connessioni Digitali”, per contrastare la povertà educativa dei più giovani, migliorandone le competenze digitali e mettendo a loro disposizione spazi di supporto e strumenti avanzati. Grazie a questo progetto tutti i collaboratori del Gruppo Crédit Agricole in Italia potranno svolgere attività di Volontariato d’impresa nelle 100 scuole aderenti.

In collaborazione con ELIS (un’organizzazione non profit che promuove l’inserimento professionale di giovani lavoratori) Crédit Agricole ha messo in campo un progetto di Inclusione Sociale biennale, che copre da nord a sud tutto lo stivale per un totale di 26 classi di scuole superiori in 13 città, coinvolgendo oltre 1.900 studenti dai 16 ai 19 anni. Nell’arco dei due anni scolatici, i ragazzi saranno guidati nella conoscenza del Gruppo e del suo sistema valoriale, degli obiettivi dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile e tematiche di Diversità ed Inclusione, Innovazione e Educazione Finanziaria. Al termine del percorso si svilupperà un’attività di Orientamento Professionale e di indirizzo alla prosecuzione del corso di studi. Per raggiungere i ragazzi si utilizzeranno vari strumenti sia in presenza che online (Stage, Bootcamp e Laboratori Esperienziali).

Nel 2022 sono proseguite le sempre più numerose iniziative del Gruppo in ambito di Sostenibilità, con particolare attenzione a tre tematiche di mobilitazione collettiva: agire in chiave sostenibile per il clima e la transizione verso un'economia a basse emissioni di carbonio; rafforzare la coesione e inclusione sociale e agevolare una transizione agri-agro.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

È partito bene il 2022 di Credit Agricole Italia: +15% nel primo trimestre

SondrioToday è in caricamento