Economia Chiesa in Valmalenco

Imparare a fare "lavèc" in pietra ollare: in Valmalenco un corso di formazione

L'iniziativa dell’Ufficio Scolastico Territoriale di Sondrio, Molinari: "Una tradizione così importante non va perduta ma va trasmessa alle nuove generazioni. Per questo motivo vi è la disponibilità di formare 3 studenti che abbiano concluso gli studi ed intendono apprendere questa forma di artigianato e portarla avanti" 

Consentire ai giovani di apprendere e tramandare l’arte della lavorazione della pietra ollare. È questo lo spirito che anima il corso di formazione gratuito nato da un accordo tra due artigiani della Valmalenco, Silvio ed Alberto Gaggi, e l’Ufficio Scolastico Territoriale di Sondrio, che si rivolge agli studenti che abbiano già terminato il proprio percorso di studi. 

"In Valmalenco esiste ancora una tradizione di lavorazione a mano della pietra ollare che è portata avanti dai fratelli Gaggi, Silvio ed Alberto. Il primo si occupa soprattutto di incisioni artistiche sulla pietra, mentre il secondo produce alcuni manufatti, il più famoso dei quali è il cosiddetto "lavèc", una pentola realizzata in pietra ollare e rifinita in rame che viene utilizzata per la cucina – scrive in una nota il Dirigente Fabio Molinari rivolgendosi direttamente ai ragazzi di quinta superiore –. Poiché i fratelli Gaggi hanno ormai una certa età, questo Ufficio intende impegnarsi affinché una tradizione così importante non vada perduta ma possa essere trasmessa alle nuove generazioni. Per questo motivo vi è la disponibilità di formare 3 studenti che abbiano concluso gli studi ed intendono apprendere questa forma di artigianato e portarla avanti". 

Le attività di formazione si terranno indicativamente per 2 giorni alla settimana presso i laboratori dei fratelli Gaggi, a partire dal mese di luglio per la produzione del "lavèc", ed a settembre per il percorso di incisione della pietra. Gli studenti interessati a prendere parte a questo corso (che durerà indicativamente 3 mesi), sono invitati a darne comunicazione all’Ust di Sondrio entro e non oltre il 17 luglio all’indirizzo mail marco.pietrogiovanna@posta.istruzione.it indicando i propri recapiti e quale ambito intendono seguire (produzione oggettistica o decorazione d’arte). 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Imparare a fare "lavèc" in pietra ollare: in Valmalenco un corso di formazione

SondrioToday è in caricamento