Economia

Agricoltura sconvolta dal caldo fuori stagione

L'allarme di Coldiretti. L’anticiclone africano ha portato un anticipo di primavera in provincia di Sondrio: sul fondovalle superati i 16°C

Il caldo anomalo di questi giorni sconvolge le campagne in un inverno mite, già condizionato dalla scarsità di pioggia e da tempreature, fino ad ora, superiori di quasi due gradi rispetto la media storica (+1,87° i dati Isac Cnr relativi al mese di dicembre). È quanto emerge dal monitoraggio della Coldiretti sugli effetti di una primavera anticipata provocata dall’anticiclone nordafricano con temperature che in fondovalle hanno superato i 16 gradi negli ultimi giorni.

Ma la situazione di caldo anomalo è estesa in ampie porzioni del Paese, con il rischio di un risveglio anticipato delle piante e della ripartenza di fioriture fuori stagione. Il pericolo conseguente è di esporre le coltivazioni ai danni di un prevedibile, successivo, forte abbassamento delle temperature con la conseguente perdita dei raccolti. Inoltre, con le alte temperature, le popolazioni di insetti dannosi per le colture sopravvivono per attaccare successivamente i raccolti nella prossima primavera.

Tendenza al surriscaldamento

L’inizio del 2024 conferma quindi la tendenza al surriscaldamento anche in Italia, dove lo scorso anno è stato il più bollente mai schedato, facendo registrare lungo la Penisola una temperatura superiore di 1,14 gradi rispetto alla media storica del periodo 1991-2020. La classifica degli anni più roventi da oltre due secoli si concentra infatti nell’ultimo decennio e comprende nell’ordine dopo il 2023, il 2022 il 2018, il 2015, il 2014, il 2019 e il 2020, secondo le elaborazioni Coldiretti.

“Il cambiamento climatico – osserva il presidente di Coldiretti Sondrio Sandro Bambini - è stato accompagnato da una più elevata frequenza di eventi violenti, sfasamenti stagionali, precipitazioni brevi ed intense ed il rapido passaggio dal freddo al caldo, con sbalzi termici significativi. L’agricoltura è l’attività economica che più di tutte le altre vive quotidianamente le conseguenze dei cambiamenti climatici con i danni provocati dal maltempo e dalla siccità che hanno superato i 6 miliardi di euro lo scorso anno”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agricoltura sconvolta dal caldo fuori stagione
SondrioToday è in caricamento