Un vitello morto ritrovato nei boschi di Albosaggia

L'animale era nascosto da carta e plastica con un orecchio mozzato per non esser identificato

L'animale senza vita nel bosco di Albosaggia (Foto di Emanuela Ferrari)

Un’orribile scoperta quella avvenuta, nella giornata di sabato 9 marzo 2019, nei boschi nel territorio comunale di Albosaggia. Un vitello morto, apparentemente da poco tempo, abbandonato sotto un mucchio di plastica e carta nel bel mezzo del bosco orobico. A ritrovare l’animale senza vita una donna con il suo cane.

Un’immagine macabra con il piccolo bovino coperto dai rifiuti per non esser visto facilmente all’interno della boscaglia. Una scena resa ancora più svilente dall’orecchio sinistro tagliato dell’animale. Una precauzione, quella di tagliare la marca auricolare, da parte di chi ha abbandonato il vitello, per impedire alle Autorità di risalire all’allevatore. La signora si è rivolta alla Polizia Provinciale che sta facendo gli accertamenti necessari.

Duro, comprensibilmente, anche il commento della Leidaa Sondrio, Lega Italiana Difesa Animali e Ambiente: «Non possiamo esimerci dallo schifarci per il comportamento vergognoso che ancora alcuni allevatori della Valle tengono, ormai da troppo tempo, portando infamia su tutti, anche quelli che lavorano seguendo le regole. Dovreste proprio essere voi (allevatori ndr) i primi a denunciare questi personaggi. Ricordiamo che lo smaltimento di un vitello costa 90 euro, per alcuni probabilmente troppo, meglio abbandonare i corpi in giro, o gettarli nella fossa del liquame. Tu che hai fatto questo gesto, non hai scusanti, vergognati!!!» hanno commentato senza mezzi termini gli animalisti su Facebook.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Attualità

    Troppa neve sul Passo Gavia: corsa contro il tempo per il Giro d'Italia

  • Attualità

    In Valtellina siamo "Nati per Leggere", premiati al Salone del Libro di Torino

  • Attualità

    Val di Mello: oggi la manifestazione spontanea dei suoi cultori

  • Attualità

    Percorso Ersaf rivisto in Val di Mello: la soddisfazione della Guide Alpine

I più letti della settimana

  • Ecco perché muoiono tante volpi in Valchiavenna

  • La fine delle polemiche per il sentiero Ersaf in Val di Mello

  • Sondrio: ecco come sarà la passerella tra Mossini e Ponchiera

  • Troppa neve sul Passo Gavia: corsa contro il tempo per il Giro d'Italia

  • In settimana autovelox mobili su SS38 e SS36

  • Morte giovane Federik: ritirate le targhe alle motoslitte della carovana

Torna su
SondrioToday è in caricamento