menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Molestò due ragazzine: condannato

Il 35enne è residente a Berbenno

È stato condannato a nove anni di reclusione e al risarcimento dei danni Raul Rodrigues Da Silva, italo-brasiliano di 35 anni residente a Berbenno di Valtellina imputato per violenza sessuale aggravata. La sentenza, inflitta dal gup del tribunale di Monza, Silvia Pansini, è arrivata nella mattinata di martedì 2 ottobre. Per il 35enne, ora detenuto nel carcere di Sondrio, l'accusa aveva chiesto una condanna a 12 anni.

Rodrigues era a processo per due violenze sessuali avvenute nel marzo 2018 a poche ore di distanza l'una dall'altra; la prima nei confronti di una 15enne di Casatenovo; la seconda nei confronti di una 12enne di Monza. Soltanto la prima vittima si è costituita parte civile al processo con rito abbreviato e ha ottenuto il riconoscimento del diritto al risarcimento dei danni con una provvisionale di 25 mila euro, oltre a 5 mila euro per i suoi familiari.

Due violenze in un giorno

Tutto era iniziato il 19 marzo a Casatenovo: l'uomo avrebbe pedinato una adolescente in macchina fino all'androne di casa dove la giovane era stata aggredita da un maniaco che aveva tentato di trascinarla via con sé, in questo caso le urla e le resistenza della 15enne avevano evitato il peggio. Poche ore dopo le telecamere di video-sorveglianza di un fast-food di via Stucchi a Monza lo avevano ripreso mentre guardava un tavolo a cui erano sedute diverse minorenni. Avrebbe puntato una di loro e l'avrebbe pedinata fino a casa. Proprio nell'ascensore di casa la 12enne era stata aggredita e abusata. 

Le indagini e l'arresto

Gli agenti della squadra mobile della Questura di Milano erano arrivati a lui dopo tre giorni di indagini dirette dal pm Carlo Cinque. I poliziotti, nello specifico, lo avevano fermato e arrestato all'interno di un centro commerciale di Imola.

Non è il primo guaio con la giustizia per il 35enne che era già noto alle forze dell'ordine per lesioni, ingiuria, guida in stato di ebbrezza, aggressione a prostitute, violenza privata, violazione di domicilio; oltre a una condanna a quattro anni per tre episodi di violenza sessuale avvenuti in provincia di Sondrio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SondrioToday è in caricamento