menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Violentata sul treno: dopo 13 anni la denuncia sul web

La ragazza abitava a Ponte in Valtellina e stava andando a scuola a Morbegno

"Sono passati 13 anni da quando è successo, da quando sono stata violentata". Così l'attrice friulana Sophia Zaccaron, oggi 28 anni e con una piccola parte nel cast di The New Pope di Paolo Sorrentino, rivela nel video di circa 13 minuti  dal titolo 'un messaggio importante sulla violenza sessuale' postato su Youtube la violenza subita quando aveva 15 anni.

"All'inizio mi vergognavo molto, non l'ho detto a nessuno, dopo qualche anno sono riuscita finalmente ad aprirmi, a dirlo agli amici, ai parenti. Ho fatto 9 anni di psicologo. Qualcuno, anche tra i parenti mi chiedeva 'che ci facevi lì a quell'ora, ma com'eri vestita'. Come com'ero vestita? Stavo andando a scuola, come potevo essere vestita", racconta ancora nel video. 

Sophia, nata in Veneto, in quel periodo viveva a Ponte in Valtellina e stava andando a scuola in treno a Morbegno, quando 6 compagni di classe l'hanno drogata e hanno abusato di lei. 

"Con il tempo ho tentato di migliorare, di rifarmi una vita e trovavo sempre delle persone al mio fianco che alzavano la voce e a volte anche le mani", aggiunge."Poi è successa una cosa particolare, mi trovavo a Conegliano Veneto e in un bar in centro c'era una serata di Stand Up Comedy, dove Daniele Fabbri ha portato il suo esilarante spettacolo 'Fascisti su Tinder' e mi ha fatto cambiare il punto di vista, parlando di violenza in un modo tanto particolare da non solo riderci sopra, ma per farci riflettere su come cambiano le cose a seconda di come noi ci comportiamo", spiega."La violenza purtroppo non ha sesso, non ha età e non ha colore, né confini. Per questo dobbiamo essere forti e autonomi, perché se tu dipendi da qualcuno, quel qualcuno in qualche modo avrà sempre voce in capitolo, potrà sempre decidere per noi. Dobbiamo credere in noi stessi, avere fiducia in noi stessi, perché valiamo e abbiamo dei diritti, come ogni individuo che sia uomo, donna, bambino, anziano, è importante", conclude.

"Spero che questo video possa essere realmente d'aiuto a tutte le persone che come me hanno subito violenza o che abbiano interesse ad informarsi di più sull'argomento. Occorre divulgare questo genere di messaggio per uscire allo scoperto ed evitare di chiudersi nella paura", è il messaggio che Sophia ha voluto diffondere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lupi in Valtellina e Valchiavenna, è polemica

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SondrioToday è in caricamento