Valfurva, malore nella notte a 3100 metri: intervengono i soccorsi

Malore in quota per un'escursionista

Malore in quota per una escursionista soccorsa stanotte al bivacco Battaglione Ortles, Cima Vallumbrina, a 3100 metri circa di altitudine.

La richiesta di aiuto è arrivata nella serata di ieri, sabato 13 luglio 2019, alla stazione Valfurva del Cnsas, VII Delegazione Valtellina Valchiavenna. Una volta raggiunta dalle squadre (Cnsas e Sagf - Soccorso alpino Guardia di finanza) e valutata la situazione, è stato verificato che la donna cominciava a stare meglio.

Una volta giunta all’ambulanza, nei pressi del rifugio Berni, il personale sanitario ha svolto gli accertamenti medici; l’escursionista ha poi rifiutato il trasporto in ospedale ed è rientrata in modo autonomo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’intervento è terminato alle tre di stanotte.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo in Alta Valle: 50 persone evacuate e frana sulla SS38

  • Scivola a pochi metri dalla cima del monte Disgrazia, paura per un giovanissimo alpinista

  • Gemelline nate premature a 25 settimane trasportate in elicottero da Sondrio a Lecco: è la prima volta in Lombardia

  • Anche Matteo Renzi sceglie la Valtellina per un weekend di vacanza

  • Talamona, infermiere accoltellato dalla figlia: è grave

  • Livigno, biker in gravissime condizioni dopo una caduta

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SondrioToday è in caricamento