Turisti pugliesi bloccati a Santa Caterina dal Ruinon, la Provincia paga il viaggio di ritorno

Il mezzo su cui viaggiavano 54 brindisini non passerebbe dal Gavia. Stanziati 4mila euro per il viaggio su mezzi più agili

Mezzi agili per affrontare i tornanti del Gavia della Società Automobilistica Perego di Tirano

Un gruppo di 54 turisti pugliesi era arrivato a Santa Caterina Valfurva lungo la settimana di Ferragosto, quando la Provinciale 29 del Gavia era ancora transitabile durante le ore diurne ma ora, con la minaccia costante della frana del Ruinon e la conseguente chiusura della strada, il pullman da 3,5 tonnellate su cui viaggiava non può più ripartire. Troppo stretta e tortuosa la strada alternativa che porta al Passo del Gavia per un mezzo così grande.

È per questo che, dopo qualche giorno di attesa, la Provincia di Sondrio è stata obbligata a stanziare, nella giornata di martedì 27 agosto 2019 con la determinazione numero 782, l'importo di 4.000 euro per pagare il trasporto dei turisti diretti a Brindisi, rivolgendosi con urgenza alla Società Automobilistica Perego di Tirano.

Ora, con dei mezzi più piccoli ed agili, la società di trasporto porterà i turisti pugliesi a Ponte di Legno, attraverso il Passo del Gavia, per poi "imbarcarli" su un mezzo granturismo che li conduca fino in Puglia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • C'è il primo caso di coronavirus in provincia di Sondrio: positivo al tampone un 17enne della Valdidentro

  • Coronavirus, parlano i genitori del 17enne di Valdidentro contagiato: «Appresa la positività dai media. Sconcertati per questo modus operandi»

  • Coronavirus in Valchiavenna, Della Bitta: «Raccomando calma e responsabilità»

  • Coronavirus, sale il numero dei contagiati in Lombardia: ora sono 27. Morta una donna

  • Frontale sulla Valeriana: grave un ragazzo

  • Ruba un'auto, fermato aggredisce i Carabinieri: arrestato

Torna su
SondrioToday è in caricamento