rotate-mobile
Giovedì, 25 Aprile 2024
Operazione antiriciclaggio

Flussi sospetti di denaro verso l'estero: interviene la Guardia di Finanza

Sotto la lente delle Fiamme Gialle operazioni per un valore di più di mezzo milione di euro

Nei giorni scorsi i militari del Comando provinciale della Guardia di Finanza di Sondrio hanno concluso un'operazione antiriciclaggio finalizzata al contrasto del finanziamento al terrorismo e al controllo dei flussi transfrontalieri di valuta.

I controlli effettuati dai finanzieri della Tenenza di Chiavenna hanno interessato in particolare un soggetto economico operante in Valtellina ed esercente, tra l’altro, l’attività di trasferimento transfrontaliero di denaro (c.d. money transfer). Gli approfondimenti svolti hanno riguardato 2.184 transazioni finanziarie di trasferimento di denaro contante dirette verso Paesi terzi, soprattutto Tunisia, Marocco e la zona del Maghreb, per un volume complessivo pari ad 528.362,15 euro, oltre ad operazioni di trasferimento di denaro frazionate (c.d. “smurfing one-to-one”) poste in essere al solo scopo di aggirare la normativa antiriciclaggio. La normativa prevista vieta, infatti, all’art. 49, i trasferimenti di denaro in contante, effettuati per mezzo degli operatori "money transfer”, pari o superiori a mille euro anche se effettuati nell’arco di 7 giorni.

L’azione di controllo delle Fiamme Gialle ha consentito di elevare sanzioni per un importo complessivo pari a 124 mila euro sia a carico del soggetto controllato che di 9 persone fisiche che avevano disposto tali operazioni.

Il controllo del traffico transfrontaliero di valuta, dei circuiti di pagamento alternativi al sistema bancario, degli strumenti di moneta elettronica e delle valute virtuali risulta uno dei compiti primari demandati al Corpo della Guardia di finanza, indispensabile per intercettare capitali illeciti che oltre ad inquinare l’economia legale, sono, talvolta, destinati a finanziare il terrorismo. Le indagini e gli accertamenti sono ancora in corso, ma in questo caso specifico almeno allo stato attuale non ci sono evidenze che i flussi di denaro intercettati dalle Fiamme Gialle servano a finanziare attivtà legate proprio al terrorismo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Flussi sospetti di denaro verso l'estero: interviene la Guardia di Finanza

SondrioToday è in caricamento