menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Elicottero si schianta: morta Stefania Fendoni

Tragedia nel Varesotto, ferito anche l' imprenditore Grazioli

Un elicottero, un AW109 di colore nero proveniente dall’aeroporto di Lugano Agno è caduto, nel pomeriggio di ieri, schiantandosi nella zona boschiva del Monte Minisfreddo, in località Passo del Vescovo, tra Bisuschio e Arcisate in provincia di Varese.

Tre le persone a bordo, il pilota, un imprenditore Grazioli, 57 anni, titolare dell’importante impresa «Eurotech Srl» di Caiolo, e una donna valtellinese. I due uomini sono rimasti feriti gravemente, mentre la donna, Stefania Fendoni, una quarantenne, appassionata di volo  è morta nell’incidente. L’allarme è stato lanciato dal pilota del velivolo, nel primo pomeriggio, e immediatamente sono partite le squadre di soccorso.

Sul posto una quarantina di persone, tra soccorritori del 118, Vigili del fuoco, squadre del soccorso alpino e protezione civile, oltre alla polizia locale di Bisuschio, e ai Carabinieri. La telefonata di soccorso ha permesso di localizzare la zona dove il velivolo è precipitato, poi le comunicazioni si sono interrotte, facendo temere il peggio per la sorte dei tre passeggeri. Elicotteri hanno sorvolato a lungo la zona, mentre le squadre di soccorso si avventuravano a piedi sulla montagna.

Le operazione di soccorso si sono presentate subito molto difficili: il mezzo infatti è precipitato in una zona impervia, sul monte Minisfreddo, a quota 800 metri sotto a un costone roccioso sul versante affacciato verso Bisuschio, mentre sulla zona nebbia e nuvole basse limitavano la visibilità dei soccorritori italiani e svizzeri che sorvolavano in elicottero la zona. I passeggeri dell’elicottero sono stati individuati poco dopo le 18 in località Passo del Vescovo, recuperati attorno alle 19 da un elicottero della Rega, dopo essere stati raggiunti via terra dagli uomini del soccorso alpino. Trasferiti in ambulanza sono stati trasportati in ospedale, uno a Lugano e l’altro a Varese. Entrambi, secondo le prime informazioni, sono rimasti coscienti per tutto il tempo, nonostante le gravi ferite riportate. Il corpo della donna deceduta è stato trasportato fino al campo base da un mezzo dei Vigili del fuoco.

Ancora ignote le cause dell’incidente, sarà l’inchiesta tecnica di Civilaria a stabilire se si è trattato di un guasto del velivolo o di un errore tecnico. Di certo le condizioni meteo non erano favorevoli nella zona di confine, tanto che questa mattina l’aeroporto di Lugano Agno, da dove è decollato l’elicottero, era stato chiuso per la scarsa visibilità

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SondrioToday è in caricamento