rotate-mobile
Casi frequenti

Ancora spaccio nei boschi della Bassa Valle: arrestato straniero irregolare

L'operazione è stata portata a termine dai carabinieri della Compagnia di Sondrio e da quelli della Stazione di Morbegno nel pomeriggio di sabato

I carabinieri della Compagnia di Sondrio, nel primo pomeriggio di sabato, hanno tratto in arresto per spaccio di sostanze stupefacenti un ragazzo di origini tunisine, senza fissa dimora.

Nonostante i recenti arresti operati nei confronti di soggetti dediti allo spaccio di sostanze stupefacenti lungo la SP.11 della Val Tartano, continuano senza sosta le segnalazioni dei residenti riguardo l’illecita attività di spaccio. Pertanto, i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Sondrio e della Stazione di Morbegno, sabato mattina, hanno organizzato un apposito servizio di controllo, in occasione del quale hanno visto uscire dai primi tornanti della S.P.11 un soggetto coperto da un passamontagna che consegnava una dose di cocaina ad un quarantenne residente in zona, fermatosi con l’auto giusto il tempo dello scambio.

I militari operanti, immediatamente dopo la cessione, rincorrevano lo spacciatore nella boscaglia riuscendo a bloccarlo mentre il complice, probabilmente in possesso delle altre dosi pronte per la vendita, si lanciava in una scarpata evitando la cattura. Lo straniero è stato quindi accompagnato in caserma per le operazioni di identificazione, risultando irregolare sul territorio nazionale e, dopo essere stato dichiarato in stato di arresto per il reato di spaccio di sostanze stupefacenti in concorso, veniva tradotto presso la casa circondariale di Sondrio in attesa dell’udienza di convalida.

L’acquirente è stato viceversa segnalato alla Prefettura di Sondrio per la detenzione di droga per uso personale, nonché contravvenzionato per guida con patente già revocata.

L'operazione dei carabinieri nei boschi della Val Tartano

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ancora spaccio nei boschi della Bassa Valle: arrestato straniero irregolare

SondrioToday è in caricamento