menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sondalo, geometra evasore scoperto dalla Guardia di Finanza

Non aveva dichiarato compensi per quasi 1 milione di euro

I Finanzieri della Tenenza di Tirano hanno sottoposto ad accertamenti un geometra esercitante la professione a Sondalo. Nel corso della complessa attività di ricostruzione della posizione fiscale del libero professionista,  i militari hanno accertato come lo stesso non avesse dichiarato all’Erario, per gli anni dal 2012 al 2015, compensi per quasi un milione di euro. I controlli hanno riguardato anche  l’analisi dei numerosi conti correnti ed investimenti finanziari riferibili al geometra e alla moglie.

Trovati anche dei documenti falsi

All’atto dell’apertura della verifica fiscale, nello studio del geometra i Finanzieri hanno trovato copiosa documentazione artefatta, più o meno grossolanamente, tra cui anche atti pubblici. Si  presume che tali incartamenti servissero al tecnico per raggirare ignari clienti. Secondo l’accusa a loro venivano proposti investimenti immobiliari inesistenti, attirati dall’illusione di presumibili margini di guadagno intorno al 25%.

L’evasore era espatriato

Il geometra, che già all’epoca dell’avvio delle attività si era reso irreperibile espatriando all’estero, è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Sondrio per infedele dichiarazione, occultamento e distruzione di scritture contabili, falso materiale commesso da privato in atto pubblico e truffa aggravata. Questa attività rientra tra i principali obiettivi volti a tutelare le aziende sane che operano correttamente sul mercato, e sono però poste in pericolo da chi agisce nell’illegalità, per
esempio omettendo di dichiarare i redditi e versare le imposte dovute, determinando quindi indebiti vantaggi che permettono di generare meccanismi di concorrenza sleale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SondrioToday è in caricamento