Valmasino, alpinisti bloccati nel buio a 2500 metri senza torce ed abiti adeguati: recuperati con l'elicottero

L'intervento di soccorso nella serata di domenica 13 settembre 2020 sulla Punta Sfinge

Intervento nella tarda serata di domenica 13 settembre 2020 in Valmasino per il soccorso alpino. Erano circa le ore 20,30 quando SOREU ha allertato i tecnici della Stazione di Valmasino e di Morbegno, VII Delegazione Valtellina Valchiavenna, e il Sagf - Soccorso alpino Guardia di finanza, per una cordata di due alpinisti, di Bresso e di Gorgonzola (MI), in difficoltà a Punta Sfinge, a circa 2500 metri di quota.

Scesi dalla parete, stavano andando verso il rifugio Omio ma al sopraggiungere del buio non riuscivano ad andare avanti, senza lampade frontali o torce elettriche per illuminare il sentiero; anche l’abbigliamento non era adatto a quella quota. Allora hanno chiamato il 112. La squadra territoriale era pronta a partire a supporto dell’elisoccorso di Como, che alla fine li ha recuperati. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, firmato il decreto legge che "blinda" Natale e Capodanno

  • Coronavirus, la Lombardia verso l'entrata in 'zona gialla': cosa cambia

  • Fontana: «Con questi numeri la Lombardia sarà zona gialla dall'11 dicembre»

  • Piantedo, giovani travolti da una piccola slavina sul Legnone: ora rischiano una multa

  • Arriva l'inverno in Valtellina e Valchiavenna: previste le prime nevicate

  • Covid, lo spettro del grande esodo verso la montagna per aggirare il Dpcm prima del 21 dicembre

Torna su
SondrioToday è in caricamento