rotate-mobile
Ieri mattina

Sciatori travolti da una valanga sul Piz Grevasalvas: un morto

E' accaduto nella giornata di ieri: solo una delle due persone coinvolte è stata tratta in salvo dai soccorritori, mentre per l'altra non c'è stato nulla da fare

Tragedia sulle montagne del Canton Grigioni: giovedì mattina due persone sono state travolte da una valanga sul versante nord del Piz Grevasalvas e per una di queste purtroppo non c'è stato nulla da fare. A perdere la vita il 41enne Fabio De Marco, originario di Lecco ma residente a Rezzago (Como). Era un istruttore di scialpinismo della Scuola Alto Lario e e socio del Cai Asso. Lascia una bimba di 6 anni. Era stato estratto vivo e portato all'ospedale in condizioni disperate. Purtroppo non ce l'ha fatta. 

Giovedì 7 dicembre, poco dopo le 11.30 la centrale operativa della polizia cantonale dei Grigioni aveva ricevuto la notizia che due persone erano rimaste travolte da una valanga mentre scendevano dal Piz Grevasalvas verso Bivio. I servizi di emergenza - tre elicotteri di salvataggio e due squadre di cani da ricerca valanghe del Club alpino svizzero CAS - sono riusciti a trovare sul campo di valanghe uno sciatore italiano di 32 anni, illeso, che stava cercando i suoi due colleghi sepolti. 

Dopo circa un'ora i soccorritori hanno localizzato entrambi i 41enni e li hanno liberati dalla neve. Purtroppo, però, era ormai troppo tardi per De Marco, il cui corpo è stato recuperato già senza vita. Il secondo sciatore è stato trasportato in condizioni critiche all'ospedale cantonale dei Grigioni a Coira. Sull'incidente indaga la polizia cantonale dei Grigioni insieme alla procura generale.

Aggiornamento

Nonostante il ricovero in ospedale anche il secondo sciatore travolto dalla valanga, Luca L., lecchese residente in Brianza non ce l'ha fatta ed è deceduto nelle scorse ore all'ospedale di Coira.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciatori travolti da una valanga sul Piz Grevasalvas: un morto

SondrioToday è in caricamento