rotate-mobile
Lunedì, 3 Ottobre 2022
Operazione conclusa / Bema

Recuperati i due escursionisti dispersi nei boschi di Bema

I due stanno bene e, dopo essere stati individuati dai soccorritori, hanno fatto ritorno alla loro auto. Lieto fine anche per una donna che risultava irrintracciabile nei pressi del rifugio Le Piane a Piateda

Lieto fine per la vicenda dei due escursionisti che, dalla tarda mattinata di oggi, risultavano bloccati nei boschi di Bema: i due che, comunque, hanno sempre mantenuto un contatto telefonico con i soccorritori, sono stati raggiunti dalle squadre dei Vigli del Fuoco e del Soccorso Alpino della Stazione di Morbegno che hanno dato vita alle operazioni di ricerca e recupero e sono stati riaccompagnati al Rifugio Ronchi, sempre a Bema, dove avevano lasciato la loro auto prima di incamminarsi nei boschi.

I due hanno raggiunto proprio il Rifugio sulle loro gambe e non hanno avuto bisogno di cure o assistenza medica.

A Piateda

Sempre nella giornata di oggi si sono vissuti momenti di preoccupazione anche per una donna, impegnata in un'escursione nel territorio comunale di Piateda, nelle vicinanze del Rifugio Le Piane, che però non riusciva a essere contattata dal compagno. Quest'ultimo, dunque, preoccupato, ha fatto scattare le ricerche, fortunatamente conclusesi anche in questo caso nel migliore dei modi, visto che la donna stessa, proprio per rendersi rintracciabile, è scesa a valle fino alla strada dove è stata poi incrociata da una pattuglia dei carabinieri impegnata proprio nelle ricerche.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Recuperati i due escursionisti dispersi nei boschi di Bema

SondrioToday è in caricamento