rotate-mobile
Martedì, 7 Febbraio 2023
Incredibile ritrovamento / Valdidentro

Il cane Pina e il miracolo di Natale: ritrovata dopo quasi 4 mesi

Smarrita il 4 settembre a Valdidentro, nei boschi di Cima Piazzi è stata recuperata ieri sera sul Bernina in Svizzera

Un autentico miracolo di Natale: è quello che riguarda Pina, un esemplare di maremmano e Antonio Schiavone il suo padrone. Il cane si era smarrito lo scorso 4 settembre durante un'escursione a Valdidentro, nei boschi di Cima Piazzi di fronte alla cabinovia.

Subito, proprio Antonio aveva allertato i carabinieri di zona e aveva fatto partire le ricerche, di giorno e di notte, insieme ad amici e volontari che avevano battuto incessantemente la zona senza però ottenere i risultati sperati. Di Pina, infatti, nessuna traccia e le speranze che pian piano, con il passare dei giorni e, soprattutto, con l'abbassarsi delle temperature e l'arrivo dell'inverno, diminuivano sempre di più.

Il ritrovamento

Le ricerche e l'attenzione nei confronti di Pina, però, non sono mai venute meno anche grazie al tam-tam sui social e sui gruppi Facebook e così, in maniera inaspettata, ieri è arrivato il lieto fine in quello che, come detto, può essere considerato un autentico miracolo di Natale. Pina, infatti, è stata ritrovata e recuperata sul Bernina, in territorio svizzero nella serata di ieri.

A darne notizia, sul gruppo Facebook "Solo cani e gatti & Co smarriti e ritrovati in Valtellina", proprio Antonio, il padrone di Pina: "Ci sono cose impossibili e lei Pina ha compiuto qualcosa che va oltre!!! Ci ha fatto il regalo di Natale... ieri sera alle 21.30 la sua fuga è terminata sul Bernina in Svizzera!!! Pina è stata recuperata... è un mucchietto di ossa, ma è qui con noi!!!" - ha scritto Antonio che poi ha ringraziato tutte le persone coinvolte nella ricerca e nel recupero del suo cane: "Non so cosa dire... prima di tutto grazie al sig. Angelo e la sua splendida famiglia per l'impresa di recupero!!! Ancora un pò e non sarebbe sopravvissuta! E poi grazie a te Lorella Baldasserini che hai sempre tenuto alto i nostri post, grazie a Baraldo Debora per lo spirito di sacrificio nei primi periodi di ricerca. Grazie al gruppo di ragazze della zona tenute unite da Cristina Bono ed ancora grazie a Silvia Grassi per il supporto morale nelle lunghe notti di ricerca!!! Grazie a Monica Iacomini per la vicinanza ed il suo motto "mai perdere la speranza" Seguiranno altri ringraziamenti di certo, ma alla fine lei è qui!!!".

Una vicenda, dunque, che si chiude nel migliore dei modi e un Natale che Pina e la sua famiglia non dimenticheranno mai!

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il cane Pina e il miracolo di Natale: ritrovata dopo quasi 4 mesi

SondrioToday è in caricamento