menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aggredì barista a Sondrio, rimpatriato honduregno

Il 24enne è stato accompagnato all’aeroporto di Torino da dove, con scorta internazionale, è stato rimpatriato con il primo volo disponibile

È stato espulso con accompagnamento nel proprio Paese di origine G.S.K.D., cittadino dell’Honduras di anni 24, residente in Sondrio passato alla cronaca locale per l’aggressione in centro ad alcune ragazze nel dicembre del 2018 e ad un barista nei pressi della stazione ferroviaria nel febbraio 2019.

Già sottoposto alla misura di sicurezza della Sorveglianza Speciale e condannato dal Tribunale di Sondrio per i reati di resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale, lesioni personali, rissa, danneggiamento e inosservanza di provvedimenti adottati dall’Autorità di pubblico servizio, con diversi procedimenti penali in corso per reati contro la persona, il patrimonio e in materia di stupefacenti, era stato accompagnato dagli Agenti della Questura di Sondrio presso il C.P.R. “Brunelleschi” di Torino qualche settimana fa in attesa che venisse definitivamente allontanato dal territorio dello Stato.

L’Ufficio Immigrazione della Questura di Sondrio ha spiegato che si è trattata di una procedura estremamente complessa a causa dei numerosi procedimenti penali a suo carico e dei legami famigliari con il Capoluogo che hanno portato il suo legale a ricorrere di fronte alla compente Autorità Giudiziaria che ha però confermato l’espulsione del Prefetto di Sondrio e il successivo allontanamento disposto dal Questore.

Sabato 29 giugno 2019, ultimate le formalità necessarie da parte dell’Ambasciata del suo Paese di origine, è stato accompagnato all’aeroporto “Caselle” di Torino da dove, con scorta internazionale, è stato rimpatriato con il primo volo disponibile.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Delebio, un sabato con il cervo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SondrioToday è in caricamento