Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ancora senza esito le ricerche della giovanissima scomparsa nell'Adda

Le operazioni proseguono incessantemente da 72 ore con il coinvolgimento di più di 30 vigili del fuoco provenienti da numerose province lombarde

 

Non c'è traccia nell'Adda e sulle sue sponde di Hafsa Ben Daoud, la 16enne sondriese scomparsa nelle acque del fiume nel tardo pomeriggio di martedì 1 settembre nei pressi del parco Bartesaghi mentre si rilassava insieme ad una cugina (leggi qui).

Le ricerche proseguono incessantemente da 72 ore oramai, coinvolti più di 30 vigili del fuoco provenienti da numerose province lombarde. A scandagliare l'alveo del fiume, infatti, operatori del nucleo speleo-alpino-fluviale da Brescia, Bergamo e Cremona, del nucleo elicotteri di Varese, del nucleo droni di Milano e Bergamo oltre che esperti in topografia applicata al soccorso (TAS) da Cremona. Operative anche due squadre della protezione civile di Sondrio: una da terra ed una all'opera con l'impiego di droni.

Vista la velocità dell'acqua, dovuta alle abbondanti precipitazioni dei giorni scorsi, nella giornata di giovedì 3 settembre le ricerche si sono spinte oltre l'invaso di Ardenno ed hanno visto i soccorritori giungere fino ai piedi della Val Tartano. Le operazioni, che verranno sospese con l'arrivo del buio, ad eccezione del presidio fisso con cellule fotoelettriche per illuminare il fiume istituito all'altezza del ponte della Sirta, continueranno anche nella giornata di venerdì 4 settembre.

Potrebbe Interessarti

Torna su
SondrioToday è in caricamento