rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca Prata Camportaccio

Cacciatore scomparso in Valchiavenna, al via le ricerche satellitari

L'annuncio del sindaco di Prata Camportaccio: "Il Commissario straordinario del Governo per la ricerca delle persone scomparse ha deciso di mettere a disposizione dei soccorritori il supporto satellitare dell’Agenzia Spaziale Europea"

Continuano, dopo oltre un mese, le ricerche di Fedele Fallini, il cacciatore disperso dal 18 settembre scorso sulle montagne di Prata Camportaccio, in Valchiavenna. Operazioni complesse, via terra come via aria, che nonostante i numerosi sforzi, ad oggi, sono risultate inefficaci. È per questo che nei prossimi giorni verrà impiegata della tecnologia satellitare. A darne annuncio il sindaco, Davide Tarabini, dopo un confronto con la cabina di regia coordinata dalla Prefettura di Sondrio.

"Il Commissario straordinario del Governo per la ricerca delle persone scomparse ha deciso di mettere a disposizione dei soccorritori il supporto satellitare dell’ESA (Agenzia Spaziale Europea). Attraverso le immagini satellitari del sistema Copernicus si cercherà di ricostruire i movimenti di Fedele, uscito sabato 18 settembre per una battuta di caccia verso la località Sparavera, facendo affidamento sui punti di localizzazione certi che sono stati individuati nel suo percorso di partenza e cercando inoltre elementi utili attorno alla corda ritrovata, che si ritiene possa essere stata posizionata in quel punto da lui, anche se non è chiaro quando" ha specificato il primo cittadino di Prata Camportaccio. 

La strumentazione satellitare verrà utilizzata secondo tempi e modalità che saranno gestiti dal Commissario Straordinario.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cacciatore scomparso in Valchiavenna, al via le ricerche satellitari

SondrioToday è in caricamento