rotate-mobile
Nessun reato

Nessuna calunnia: archiviate le accuse nei confronti di Claudio Mautone

Così ha disposto il Gip nei giorni scorsi dopo la querela presentata ai suoi danni

Nessuna calunnia è stata commessa nei confronti del Brigadiere Valerio Polo: sono state archiviate le accuse rivolte, tramite querela, dallo stesso Polo e dal suo legale, nei confronti di Claudio Mautone che vede così riconosciuta la sua innocenza per la vicenda approdata in tribunale e che ha visto coinvolta anche una terza persona, Cristina Bonato con cui proprio Mautone ha avuto rapporti di carattere commerciale e personale.

Valerio Polo e il suo legale, l'avvocato Francesco Romualdi, avevano presentato opposizione alla richiesta di archiviazione, ma lo scorso 25 marzo il giudice per le indagini preliminari ha per l'appunto respinto questa opposizione e ha dato il via libera, come da richiesta del Pubblico Ministero, all'archiviazione delle accuse nei confronti di Claudio Mautone. Come detto, dunque quest'ultimo non è colpevole, secondo quanto stabilito dalla giustizia, di nessuna calunnia nei confronti di Valerio Polo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nessuna calunnia: archiviate le accuse nei confronti di Claudio Mautone

SondrioToday è in caricamento