rotate-mobile
Venerdì, 27 Maggio 2022
Cronaca

Guerra in Ucraina, cosa deve fare un profugo che arriva in provincia di Sondrio

Tamponi, screening sanitario e vaccino. Tutte le indicazioni di Ats della Montagna

L'emergenza umanitaria provocata dalla guerra in Ucraina si fa sentire anche in provincia di Sondrio. Per accogliere i rifugiati che già stanno giungendo in Valtellina e Valchiavenna è stato attivato un percorso di assistenza sanitaria coordinato da Ats della Montagna. Primo passo ottenere i documenti necessari per accedere al Sistema Sanitario Nazionale. Per farlo è necessario contattare il Dipartimento di Igiene e Prevenzione Sanitaria ai seguenti recapiti:

  • 0342-555126 oppure infettive@ats-montagna.it per il territorio della Valtellina e Alto Lario (nella mail indicare un numero di telefono di riferimento per essere ricontattati)
  • 0364-329346 oppure vcs@ats-montagna.it per il territorio della Valcamonica (nella mail indicare un numero di telefono di riferimento per essere ricontattati)

Tutti i soggetti devono effettuare un test con tampone nasofaringeo antigenico rapido per SARS-CoV-2 entro 48 ore dall’ingresso in Italia. Non è previsto un periodo di quarantena all’arrivo nel nostro paese. Per i soggetti presenti sul territorio della Valtellina e dell’Alto Lario, il tampone viene effettuato gratuitamente, recandosi:

  • PreSST di Bormio, Via Agoi n. 8, 23032 Bormio – da lunedì a sabato dalle ore 9.30 alle ore 10.30
  • PreSST di Tirano, Piazza Unità d’Italia, 23037 Tirano (dal 14 marzo 2022 in Via Pedrotti 57)  – da lunedì a venerdì: dalle ore 10.30 alle ore 11.30 
  • PreSST di Sondrio, Via Don Bosco n. 63, 23100 Sondrio – da lunedì a sabato: dalle ore 9.30 alle ore 10.30 
  • PreSST di Morbegno, c/o area Polo Fieristico – Via Gregorini, 23017 Morbegno (SO) – da lunedì a sabato: dalle ore 9.30 alle ore 10.30 
  • PreSST di Chiavenna, c/o area del Campo Sportivo, Via Falcone/Borsellino 23022 Chiavenna (SO) – da lunedì a venerdì: dalle ore 9.30 alle ore 10.30 
  • PreSST di Dongo, Via Cossoni n. 18, 22014 Dongo (CO) – da lunedì a venerdì: dalle ore 9.30 alle ore 10.30 

Per i soggetti presenti sul territorio della Valcamonica, il tampone viene effettuato gratuitamente presso l’Ospedale di Esine a seguito di indicazioni ricevute al primo contatto.

Se il tampone è negativo, per i maggiori di 6 anni, è comunque obbligatorio indossare per 5 giorni le mascherine FFP2. Se il tampone è positivo, si applica l’isolamento obbligatorio.

Requisiti 

Presso i Punti Tampone gli operatori sanitari verificano quanto segue:

  • i minori, le donne in stato di gravidanza e coloro che hanno un visto rilasciato in area Schengen possono ottenere l’iscrizione al Servizio Sanitario Regionale con il rilascio di una tessera sanitaria provvisoria. Con tale tessera sanitaria è possibile rivolgersi gratuitamente a qualsiasi MMG/PLS del territorio, anche per la prescrizione di farmaci o di accertamenti diagnostici.
  • gli altri profughi ucraini, con passaporto senza visto Area Schengen, possono ricevere immediatamente il codice STP (Straniero Temporaneamente Presente), necessario per poter ottenere prestazioni e prescrizioni anche di farmaci a carico del SSR.

L’iscrizione al Servizio Sanitario Regionale e/o il Codice STP possono essere rilasciati anche da tutti gli “Sportelli scelta e revoca” delle ASST (sedi e orari reperibili sui siti web istituzionali delle ASST).

Screening sanitario

Successivamente all’esecuzione del tampone e del rilascio dell’STP, si provvederà ad effettuare una visita di screening sanitario presso:

  • l’Ospedale di Esine via Manzoni 142 per il distretto Vallecamonica
  • il DIPS a Sondrio in via Stelvio 35/A per il distretto Valtellina-Alto Lario (altre sedi in via di definizione)

Al momento della visita sarà concordato il successivo accesso ai Centri Vaccinali di ASST per la valutazione dello stato vaccinale COVID e di tutte le altre vaccinazioni necessarie.

  • In caso di insorgenza di febbre e/o sintomi respiratori, è necessario effettuare il tampone nasofaringeo per la ricerca del virus SARS-CoV2, gratuitamente presso tutti i Punti Tampone delle ASST, previa comunicazione ai riferimenti telefonici e/o mail sopraindicati.
  • Per le sole emergenze/urgenze sanitarie è attivo il numero unico 112, nonché i servizi di Pronto Soccorso.
  • Le donne in stato di gravidanza o con problematiche di tipo ostetrico-ginecologico possono accedere gratuitamente ai Consultori Familiari delle ASST (sedi e orari reperibili sui siti web istituzionali delle ASST).

Per tutte le informazioni accedere al sito di Ats della Montagna, Emergenza Ucraina.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guerra in Ucraina, cosa deve fare un profugo che arriva in provincia di Sondrio

SondrioToday è in caricamento