Papa Francesco ricorda don Roberto Malgesini: «Martire e testimone della carità verso i più poveri»

La parole del Santo Padre in memoria del sacerdote valtellinese ucciso a coltellate a Como

«Desidero ricordare in questo momento don Roberto Malgesini, sacerdote della diocesi di Como che ieri mattina è stato ucciso da una persona bisognosa che lui stesso aiutava. Una persona malata di testa». È con queste parole che Papa Francesco, in occasione dell'udienza generale del mercoledì, ha voluto ricordare il sacerdote valtellinese ucciso a coltellate nella mattinata di martedì 15 settembre a Como per mano di un uomo tunisino di 53 anni.

«Mi unisco al dolore e alla preghiera dei suoi familiari e della comunità comasca e come ha detto il suo vescovo rendo lode a Dio per la testimonianza, cioè per il martirio di questo testimone della carità verso i più poveri. Preghiamo in silenzio per don Roberto Malgesini e per tutti i preti, suore e laici che lavorano con le persone bisognose e scartate della società» ha ggiunto il Pontefice.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, firmato il decreto legge che "blinda" Natale e Capodanno

  • Coronavirus, la Lombardia verso l'entrata in 'zona gialla': cosa cambia

  • Fontana: «Con questi numeri la Lombardia sarà zona gialla dall'11 dicembre»

  • Piantedo, giovani travolti da una piccola slavina sul Legnone: ora rischiano una multa

  • Arriva l'inverno in Valtellina e Valchiavenna: previste le prime nevicate

  • Covid, lo spettro del grande esodo verso la montagna per aggirare il Dpcm prima del 21 dicembre

Torna su
SondrioToday è in caricamento