Ospedale di Sondalo, emergenza o strada verso la privatizzazione?

Il comunicato a firma di FP-CGIL Sondrio

Riceviamo e pubblichiamo integralmente il comunicato stampa a firma di FP CGIL di Sondrio relativo alla situazione dell'ospedale "Morelli" di Sondalo.

"Un reparto ospedaliero con l’assistenza ai pazienti, compresa quella infermieristica, appaltato ad una cooperativa. Finora non si era mai visto in provincia di Sondrio. Adesso è stato aperto, seppure provvisoriamente, presso l’Ospedale Morelli di Sondalo, a partire dal 30 gennaio.

E’ il frutto di un’iniziativa della Direzione dell’ASST, l’Azienda che gestisce i nostri servizi sanitari, che per utilizzare i 138.000 euro messi a disposizione da Regione Lombardia per fronteggiare possibili emergenze legate all’epidemia influenzale ha attivato, presso il primo padiglione dell’Ospedale di Sondalo, 19 nuovi posti letto per pazienti “subacuti”, e quindi non in condizioni di particolari gravità. Di questi posti letto, 9 rimarrebbero attivi solo fino al 31 marzo.

A nostro giudizio le modalità utilizzate sono un fatto estremamente grave e inaccettabile: mai si era giunti ad utilizzare personale infermieristico assunto da cooperative, certamente sottopagato rispetto a quello dipendente dell’Azienda, anche per la gestione dei reparti degli Ospedali.

Si vuole creare un precedente per poi proseguire con la privatizzazione dei reparti? Non lo sappiamo, anche se il sospetto è forte, così come non eravamo stati informati dell’iniziativa, che ci è stata comunicata solamente a cose fatte e dopo nostra precisa richiesta.

Ci piacerebbe anche conoscere su quali elementi oggettivi è stata fatta questa scelta: se si tratta davvero di dovere fronteggiare una emergenza legata all’epidemia influenzale, o se si è scelto invece semplicemente di aprire posti per pazienti sub acuti, in gran parte anziani. Se così fosse, la programmazione non dovrebbe essere quella attuata, e non vediamo il motivo per cui il personale utilizzato non dovrebbe essere regolarmente assunto.

Oltretutto ricordiamo che l’Azienda sta in questi giorni ultimando le procedure per ultimare il concorso per infermieri, che ha visto una numerosissima partecipazione. Ci piacerebbe sapere, a tal proposito, perché l’Azienda ha anche fatto la scelta, pochi giorni fa, di assumere 20 infermieri a tempo indeterminato utilizzando una graduatoria dello stesso ospedale, il San Matteo di Pavia, dal quale proviene il nuovo Direttore Sanitario, il Dott. Broich.  Siamo pienamente consapevoli della necessità di operare con urgenza per far fronte a inaccettabili carenze di personale infermieristico, ma crediamo che si sarebbe potuto operare con contratti a tempo determinato, attingendo poi dalla graduatoria dell’attuale concorso.

Sono state invece operate soluzioni legittime formalmente, ma assai discutibili nella sostanza".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla statale a Castione Andevenno: scontro tra due auto e un furgone

  • Morto un anziano intossicato in un incendio a Traona

  • Esce di strada con l'auto, rocambolesco incidente a Castello dell'Acqua

  • Coscritti di Chiavenna esagerati: caos fuori da scuola, 16enne in ospedale

  • Ecco il nuovo piano della sanità provinciale: Sondrio fulcro della rete di ospedali sul territorio

  • Gordona, tragedia nei boschi: muore 83enne

Torna su
SondrioToday è in caricamento