rotate-mobile
Cronaca Caiolo

Sulle Orobie c'è un orso: avvistato (ancora) tra Albosaggia e Caiolo

A darne annuncio i due Comuni. La richiesta alla popolazione: "Prestare attenzione e segnalate eventuali segni di presenza o danni"

L'orso torna a farsi vedere nei monti di Albosaggia e Caiolo. A darne notizia sono i due Comuni orobici attraverso i loro canali social. "Si comunica che è stato segnalato il passaggio di un orso a Caiolo, a quota 700 metri a ridosso della Valle del Livrio. Le guardie provinciali si sono attivate immediatamente e stanno monitorando la situazione. Si invita la popolazione a prestare attenzione e segnalare eventuali segni di presenza o danni", ha comunicato il sindaco di Caiolo Primavera Farina. Da quanto appreso l'animale avrebbe attaccato un apiario. Non è la prima volta che un plantigrado viene avvistato in quella zona.

Nell'agosto dello scorso anno un esemplare era stato filmato mentre attraversava un prato nella zona dei “Grasei” in territorio comunale di Caiolo al confine con Albosaggia. Un avvistamento che aveva creato non poco scalpore, tanto da spingere i primi cittadini a fare pubblica denuncia. Che sulle nostre montagne scorrazzino diversi orsi e altri grandi predatori è cosa nota e spesso tenuta sottotraccia, per non allarmare la popolazione del fatto che la nostra valle è considerata zona di espansione dei grandi predatori, da quando il “giocattolo” Trentino, luogo in cui sono stati introdotti gli orsi, è scappato di mano", avevano scritto Graziano Murada e la stessa Farina. Parole forti che trovano ancora più senso dopo quanto tristemente accaduto ad Andrea Papi lo scorso 5 aprile nei boschi sopra Caldes, in Trentino.

"Per l'orso ci vogliono le squadre di pronto intervento come in Trentino"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sulle Orobie c'è un orso: avvistato (ancora) tra Albosaggia e Caiolo

SondrioToday è in caricamento