rotate-mobile
Cronaca

Sondrio, trovata una bomba a mano in una casa di Scarpatetti

Mercoledì 14 febbraio l'ordigno bellico trovato nei pressi del Castel Masegna sarà portato al parco Bartesaghi e fatto brillare: i divieti del sindaco

Una bomba a mano è stata rinvenuta nel cuore di Sondrio. La scoperta lo scorso 6 febbraio, durante le operazioni di svuotamento di un edificio disabitato a Scarpattetti, in via De Capitani Masegra. Nei giorni seguenti è giunto nel capoluogo valtellinese il 10° Reggimento Genio Guastatori. È grazie al sopralluogo degli esperti che è "emersa la necessità di provvedere alla rimozione e al successivo brillamento del reperto in condizioni di sicurezza", si legge in una nota del Comune sondriese.

Per questo, nella giornata di mercoledì 14 febbraio, alle ore 11, al Parco Bartesaghi, in un'area delimitata nei pressi dell'Adda, si procederà al brillamento del presunto ordigno bellico. "Allo scopo di garantire la sicurezza e l'incolumità delle persone, è stato disposto il divieto di accedere all'area durante le operazioni di rimozione e trasporto dell'ordigno nonché al luogo di brillamento".

Il divieto, contenuto nell'ordinanza a firma del sindaco Marco Scaramellini, che scatterà dalle ore 10.30 per concludersi al termine delle operazioni, riguarda la circolazione veicolare e pedonale in via De Capitani Masegra, entro 64 metri dal civico 6, e all'interno del Parco Adda Mallero, a una distanza di almeno 100 metri dal luogo di brillamento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sondrio, trovata una bomba a mano in una casa di Scarpatetti

SondrioToday è in caricamento