menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I contagiati da coronavirus in provincia di Sondrio sono 21. Moretti: «In Valtellina e Valchiavenna l'emergenza esploderà a breve»

L'assessore regionale, Massimo Sertori: «Quello di Codogno è l'unico modello che funziona. Bisogna uscire di casa solo quando strettamente necessario»

In provincia di Sondrio le persone che hanno contratto il coronavirus sono in totale 21. I dati sono aggiornati alla serata di martedì 10 marzo 2020.

Dopo che nel pomeriggio l'ATS della Montagna aveva fornito il dato di 18 contagiati in totale, lungo la serata due sindaci della provincia di Sondrio, Enrica Guanella di Campodolcino e Danilo Bruseghini di Caspoggio, hanno informato di nuove persone positive al tampone covid-19.

Un dato importante che rappresenta una decisa crescita nel numero di casi se si pensa che, solo il giorno prima, era 12 i contagiati "mappati" da ATS. Un incremento in linea con l'andamento delle altre province lombarde che descrive una tendenza che non sembra voler cambiare, almeno nei prossimi giorni.

«L'emergenza esploderà»

«Per il momento l’emergenza non è ancora esplosa ma siamo consapevoli che accadrà a breve. Per ora rimanere in casa è l’unica arma che abbiamo a disposizione» ha commentato il presidente della provincia, Elio Moretti.

Sulla stessa linea l'assessore regionale, Massimo Sertori: «Quello di Codogno è l'unico modello che funziona. Bisogna uscire di casa solo quando strettamente necessario,  per fare gli approvvigionamenti, una volta al giorno. La nostra provincia vive una situazione difficile. Al momento non è investita come le altre, ma dobbiamo essere preparati».

«La situazione è preoccupante. Come sindaci dei capoluogo delle province lombarde abbiamo dato mandato al presidente della Regione per chiedere un inasprimento delle prescrizioni in Lombardia. Qui abbiamo un numero di casi inferiore ma non ci deve far abbassare la guardia, anche perché ragionevolmente dobbiamo aspettarci un incremento. E quindi dobbiamo intensificare gli sforzi» ha a aggiunto il sindaco di Sondrio, Marco Scaramellini.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Chiuro in lutto, il covid si è preso don Attilio Bianchi

Attualità

Bambini, apre a Sondrio il negozio di giocattoli "Città del sole"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SondrioToday è in caricamento