rotate-mobile
Cronaca

Travolto da una valanga per centinaia di metri: muore a 38 anni

Nuova tragedia sul Piz Palü in Engadina: a perdere la vita un italiano

Uno scialpinista italiano di 38 anni ha perso la vita nella giornata di domenica 19 maggio, travolto da una valanga in Engadina, nel Canton Grigioni. L'uomo faceva parte di un gruppo di quattro amici, partiti dalla Diavolezza. Arrivati sulla cima del Piz Palü i quattro hanno deciso di separarsi per la discesa. Due di loro hanno preferito tornare indietro, seguendo il percorso di salita, mentre gli altri due hanno optato per scendere lungo il fianco nord della montagna. Intorno a mezzogiorno, una valanga si è staccata dal versante settentrionale travolgendo uno dei due escursionisti in discesa. La massa nevosa lo ha trascinato a valle per diverse centinaia di metri, mentre l'altro sciatore è rimasto miracolosamente illeso.

Immediata la risposta dei soccorsi: il Soccorso Alpino Svizzero, la Rega, l’elicottero della Heli-Bernina AG e la polizia cantonale dei Grigioni sono intervenuti sul luogo dell’incidente. Purtroppo, per il 38enne non c’è stato nulla da fare; è stato ritrovato privo di vita sotto la neve. La Procura pubblica e la polizia alpina grigionese stanno indagando sulla dinamica dell'incidente per chiarire le cause di questa ennesima tragedia in montagna. Questo incidente segue di poche settimane un'altra tragedia: domenica 5 maggio, un altro sciatore, di nazionalità tedesca, ha perso la vita nello stesso luogo, anch'egli travolto da una valanga.

Chi è la vittima

È il milanese Alessandro Stucovitz il morto domenica travolto da una valanga sul Piz Palü. Stucovitz aveva 38 anni ed era molto noto per le sue attività in montagna.

Alessandro Stucovitz morto

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Travolto da una valanga per centinaia di metri: muore a 38 anni

SondrioToday è in caricamento