rotate-mobile
Lunedì, 6 Febbraio 2023
Cronaca Cosio Valtellino

Grande sconforto per la morte del 18enne Renè Sottocornola

Il giovane di Cosio Valtellino stava andando a scuola insieme a due compagni quando la loro auto si è schiantata contro la recinzione di un'abitazione di Forcola

Grande cordoglio in provincia di Sondrio per la morte di Renè Sottocornola, il 18enne deceduto ieri mattina in seguito ad un incidente stradale mentre, insieme ad altri due compagni, si dirigeva a scuola nel capoluogo.

Erano le 7,20 quando, forse a causa del fondo stradale ghiacciato della strada provinciale 16, la Fiat Panda su cui viaggiavano i tre è andata a schiantarsi contro le mura di cinta di un'abitazione, dopo essersi girata su sé stessa. Il violento impatto non ha dato scampo al giovane di Cosio Valtellino seduto davanti, nel posto del passeggero.

In poco tempo la notizia di quanto tristemente accaduto si è diffusa, raggiungendo anche quel liceo scientifico "Donegani" dove tutti e tre i malcapitati frequentavano l'indirizzo sportivo nella sezione 5°A. Un silenzio assordante ha riempito via via i corridoi e le classi della scuola superiore, testimone di un lutto inatteso e sconvolgente.

L'intera comunità di Cosio Valtellino e del Morbegnese in generale si è stretta attorno alla famiglia di Renè. "Tutta la nostra comunità è sgomenta. Un grave lutto, per tutti noi, tanto più perché giunto improvviso", è stato il commento del primo cittadino di Cosio Valtellino, Alan Vaninetti.

"A nome mio personale, dell'Amministrazione Comunale e interpretando il sentimento di tutta la Città di Morbegno, mi stringo commosso attorno ai famigliari e agli amici di René, così come alla comunità di Cosio cui apparteneva e alla famiglia del basket Pezzini che frequentava. Posso solo immaginare quello che tutti loro stanno passando. Un abbraccio ai due ragazzi di Morbegno rimasti feriti nel tragico incidente di ieri mattina, per il momento difficile che stanno affrontando, ed alle loro famiglie: vi sono vicino, così come - ne sono certo - tutta la comunità di Morbegno", ha dichiarato il sindaco di Morbegno, Alberto Gavazzi.

I due sopravvissuti sono ancora ricoverati presso l'ospedale "Manzoni" di Lecco. La loro prognosi resta riservata ma se la caveranno in poco tempo, almeno da un punto di vista fisico.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Grande sconforto per la morte del 18enne Renè Sottocornola

SondrioToday è in caricamento