Cronaca Villa di Tirano

Morto in ospedale il padre travolto dalle fiamme a Villa di Tirano

Il 24 luglio scorso Mirko Paganini fu avvolto dal fuoco insieme al figlio di 6 anni mentre scaricava da un rimorchio le loro moto da cross. Troppo gravi le ustioni riportate, è spirato all'ospedale di Genova

Immagine d'archivio

Non ce l'ha fatta Mirko Paganini, il 44enne che, nel tardo pomeriggio di sabato 24 luglio, era stato investito, insieme al figlio di 6 anni, da una violenta fiammata divampata nel rimorchio in cui trasportava due moto da cross. Il tragico episodio era accaduto in un parcheggio di Villa di Tirano. Ieri, dopo 17 giorni di ricovero, l'uomo, residente in Svizzera, a Poschiavo, è deceduto presso l'ospedale Villa Scassi di Genova. Troppo gravi le ustioni riportate.

L'accaduto

Padre e figlio, reduci da un'escursione in motocicletta, si erano fermati nel piazzale lungo via Nazionale, all'altezza del Colorificio Spada, per scaricare dal rimorchio della loro auto, i mezzi da cross utilizzati nel pomeriggio per un'escursione e parcheggiarli nel garage di proprietà dello stesso Paganini. All'apertura del rimorchio, però, padre e figlio furono travolti da una fiammata improvvisa sprigionatasi dall'interno del rimorchio, forse causata da una perdita di benzina.

Un'onda violenta di fiamme che ha letteralmente sovrastato i due malcapitati, avvolgendoli. Fin da subito le condizioni furono reputate molto gravi da parte dei sanitari accorsi sul luogo dell'incidente. Sia il padre che il figlio riportarono ustioni di grave entità su tutto il corpo. Il bambino, inizialmente trasportato all'ospedale Buzzi di Milano, si trova da alcuni giorni presso il centro per grandi ustionati di Cesena. Ora la notizia della tragica morte del padre.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morto in ospedale il padre travolto dalle fiamme a Villa di Tirano

SondrioToday è in caricamento