rotate-mobile
Cronaca

Domani a Ponte in Valtellina i funerali del giovane Matteo Gadaldi

Il sentito ringraziamento dei famigliari al soccorso alpino. Il ricordo di chi gli voleva bene

Si terranno domani, venerdì 3 marzo, alle ore 14.30, presso la Chiesa Parrocchiale di Ponte in Valtellina, i funerali di Matteo Gadaldi, l'alpinista 24enne tragicamente morto in Alta Valcamonica dopo esser precipitato da una cascata di ghiaccio.

Grande il cordoglio nella comunità valtellinese, stretta in un abbraccio a mamma Sabrina, papà Gianni e alle sorelle Simona e Sofia. Nonostante il dolore di queste ore i familiari hanno voluto pubblicamente ringraziare il soccorso alpino di Edolo "per l’umanità e il servizio fatto con tanta delicatezza".

Ora Matteo riposa presso la chiesetta pontasca di San Filippo Neri in Piazza Luini. Questa sera, giovedì 2 marzo, alle ore 20.30, sarà recitato il Rosario presso la Chiesa Parrocchiale di San Maurizio. Dopo le esequie il corpo del giovane verrà cremato.

I ricordi

Questo il ricordo della Polisportiva Albosaggia, in cui Matteo aveva militato per alcuni anni: "La notizia della tragedia ci ha colto come un macigno. Dopo la carriera da atleta di skialp sei sempre stato vicino alla montagna, prima come pastore e poi come boscaiolo. Il tuo sogno più grande era quello di poter vivere di montagna. [...] Tutti i tuoi amici della Polisportiva sono vicini ai tuoi cari in questi giorni tanto difficili da affrontare. Vogliamo ricordarti sempre sorridente, estroverso e spensierato. Vogliamo ricordarti sulle tue e nostre amate montagne. Ciao Gada, sei stato un grande".

Toccante anche il ricordo della cantante Raffaella Natale, amica di famiglia. "Eccomi qui! Sono la mamma di uno di quelli che ama la montagna fin da bambino, di uno di quelli che scala, che cade, che si rialza, che insegue i propri sogni e che sorride quando raggiunge una cima. Sono una di quelle mamme che aspetta la telefonata che non arriva perché non c’è campo o perché bisogna prima pensare a tornare a casa e poi chiamare. Sono una di quelle mamme che si sente con le altre mamme per sapere se si hanno notizie di figli che sono in giro a scalare. Sono una di quelle che mamme criticate perché andare in montagna è pericoloso e 'perché glielo lasci fare?'. Sono una di quelle mamme che guarda le foto di suo figlio su una cima per vedere il sorriso più bello che abbia mai visto. Sono una di quelle mamme che ha deciso che la sua paura non doveva essere di impedimento alla felicità di suo figlio. Non c’è un momento per morire, c’è solo il nostro momento. Quello che conta è come viviamo il tempo che ci è concesso e tu caro Matteo lo hai vissuto riempiendolo con ciò che amavi fare. Hai seguito la tua essenza e credo che questo sia il modo migliore per onorare questa vita. Vola alto Gada e dai alla tua famiglia e a tutti noi la forza di accettare e andare avanti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Domani a Ponte in Valtellina i funerali del giovane Matteo Gadaldi

SondrioToday è in caricamento