Venerdì, 19 Luglio 2024
Cronaca Aprica

Massimo Tabacco, travolto e ucciso da un furgone mentre portava fuori il cane

Originario di Aprica era residente nel Milanese: la tragedia sotto casa

L'impatto non gli ha lasciato scampo. Massimo Tabacco, 47 anni, originario di Aprica, è morto investito da un furgone martedì mattina a Inzago, comune del Milanese in cui risiedeva da anni. La tragedia si è consumata ieri, martedì 11 giugno, poco prima delle ore 7 in viale Filiberto. L'uomo, padre di due bambini, era uscito di casa come tutte le mattine per portare fuori il cane di famiglia quando un Peugeot Partner, guidato da un 32enne, lo ha investito senza dargli scampo, prima di finire la propria corsa contro un albero.

Nonostante l'immediato intervento dei soccorritori del 118, arrivati sul posto con un'ambulanza e un'auto medica, per lui non c'è stato nulla da fare: i medici non hanno potuto far altro che constatarne il decesso. Il conducente del veicolo è invece stato accompagnato in ospedale in codice verde, con ferite lievi. I rilievi sono stati effettuati dai carabinieri della compagnia di Pioltello e dagli agenti della polizia locale. Ai militari il compito di ricostruire la dinamica del drammatico incidente e accertare eventuali responsabilità. La triste notizia è presto giunta in Valtellina dove Tabacco tornava frequentemente con la propria famiglia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Massimo Tabacco, travolto e ucciso da un furgone mentre portava fuori il cane
SondrioToday è in caricamento