rotate-mobile
Domenica, 5 Febbraio 2023
Cronaca

È il geologo Guastoni la vittima del tragico incidente in grotta

Fatale una frana nei cunicoli di Colico mentre stava cercando minerali. Lascia la moglie e un bambino piccolo

Alessandro Guastoni, foto UniPd-2, 56 anni, geologo di origini milanesi residente da alcuni anni a Mandello del Lario. È lui la vittima del tragico incidente in grotta avvenuto nella serata di ieri a Colico. L'uomo era impegnato in un'escursione alla ricerca di minerali. Nel cunicolo all'interno del quale era entrato si è verificata una frana: la scarica di massi lo ha colpito e gli ha chiuso il passaggio senza purtroppo lasciargli scampo. Il 56enne è stato travolto in particolare dal crollo di un lastrone di pietra, a poco più di un metro dall’ingresso in grotta.

Studioso di geologia, Guastoni lascia la moglie e un bambino di soli 6 anni con i quali viveva nella frazione di Olcio, a Mandello del Lario. Laureato in Scienze geologiche con precedenti studi a Londra, dal 2005 lavorava all'Università degli studi di Padova come conservatore di Mineralogia. Una morte terribile la sua, che ha lasciato sgomenti famigliari e amici.

Mercoledì 7 dicembre il geologo era entrato in una grotta nella frazione di Olgiasca. Una volta scattato l'allarme, intorno alle ore 19, i soccorsi si erano subito messi all'opera. Varie squadre erano state inviate a Colico per cercare il 56enne bloccato in una grotta che si perde a ridosso della nota abbazia di Piona. Presto si era capito che la situazione era molto delicata a causa di una frana.

Sul posto erano entrati in azione i tecnici del Soccorso alpino e Speleologico della Stazione di Dervio, oltre alle squadre della Guardia di Finanza, del Nucleo Saf (speleo-alpino-fluviali) e Usar (Urban search and rescue) dei Vigili del Fuoco di Lecco e Morbegno. Sul campo anche la Polizia locale di Colico. Mobilitato inoltre l'equipaggio del soccorso Bellanese.

Due tecnici del Cnsas Lombardo - IX Delegazione Speleologica e XIX Lariana, Stazione di Valsassina - Valvarrone - si sono calati dove si trovava l’uomo, a un paio di metri dalla superficie. Hanno lavorato utilizzando degli speciali cuscini pneumatici che consentono di sollevare e spostare pesi di notevole entità. Le condizioni e la franosità dell’imbocco hanno imposto estrema cautela. Una volta allontanato il lastrone a sufficienza, si è provveduto a imbragare l’uomo, poi imbarellato e trasportato fino all’ambulanza per le procedure di carattere medico - legale. In azione anche i Vigili del fuoco, che hanno messo a disposizione buona parte del materiale utilizzato. L’intervento si è concluso intorno a mezzanotte.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

È il geologo Guastoni la vittima del tragico incidente in grotta

SondrioToday è in caricamento