rotate-mobile
Mercoledì, 28 Febbraio 2024
Cronaca

Auto nel lago a Piona, morto anche il marito di Manuela Spargi

Enrico Taffa non ce l'ha fatta: è spirato in ospedale

Non ce l'ha fatta Enrico Taffa, il 60enne milanese caduto nel lago di Como a Piona, non lontano dall'abbazia cistercense, mentre si trovava nell'auto di famiglia insieme alla moglie e ad un parente. La consorte che guidava il veicolo, Manuela Spargi (56 anni), era morta sul colpo, annegata nell'acqua gelida del Lario. Nel pomeriggio di martedì 2 gennaio Taffa e Carlo Emilio Chies (79 anni) erano stati recuperati in gravissime le condizioni, entrambi in arresto cardio-circolatorio e per questo rianimati prima di esser trasportati in ospedale.

Sfortunatamente tutte le cure dei sanitari si sono rivelate vale. Dopo due settimane di agonia Taffa si è spento presso all’ospedale di Circolo e Fondazione Macchi di Varese. Chies, residente a Bernareggio (Monza e Brianza), si trova ancora ricoverato  in condizioni gravi. La tragedia sarebbe scaturita da una manovra errata condotta nel parcheggio dell'abbazia.

Nei giorni successivi un altro brutto episodio aveva colpito la famiglia Taffa. Il carro funebri che trasportava verso casa Manuela Spargi si era perso tra le Alpi Orobie, bloccato nella neve della Valmadre. Per questo motivo le esequie erano state posticipate e l'autista era stato salvato dal soccorso alpino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Auto nel lago a Piona, morto anche il marito di Manuela Spargi

SondrioToday è in caricamento